Home Legalità e trasparenza Sforbiciata ai vitalizi in Lombardia

Sforbiciata ai vitalizi in Lombardia

0
7

taglio-vitalizi

Il Movimento 5 Stelle porta a casa una grande vittoria in Lombardia contro i privilegi della Casta.

Dopo mesi di denunce a mezzo stampa, proteste e, soprattutto, proposte, M5S Lombardia ha ottenuto una sforbiciata ai vitalizi d’oro degli ex consiglieri regionali. Un orrore che costa alle casse della regione 7 milioni di euro all’anno e che ingrassa 221 ex politici di tutti gli schieramenti.

Parliamo di una riduzione del 10 per cento, più che un taglio un rammendo. Ma un passo evidente in avanti nell’opera di pulizia delle istituzioni nella quale siamo impegnati.

La Lombardia risparmierà almeno 700 mila euro all’anno e, per di più, gli ex consiglieri otterranno il “vitalizio sforbiciato” a 66 anni e non a 60, come qualsiasi dipendente pubblico. Saranno poi finalmente pubblicati sul sito della regione i nomi ed i cognomi di chi percepisce il vitalizio e l’importo per ciascuno del privilegio che prima del nostro sbarco in regione erano avvolti nelle nebbie: la trasparenza inizia a tornare anche in Lombardia. Inoltre è stato approvato un nostro emendamento che non consentirà il cumulo di incarichi regionali (consulenze ecc.) con il vitalizio.

La Casta comunque continua a restare aggrappata ai privilegi e  a flirtare con l’illegalità. Non c’è stato modo, per esempio, di far approvare un nostro emendamento per bloccare l’esborso del vitalizio agli ex consiglieri condannati per reati contro la pubblica amministrazione o di mafia. Così, la Regione Lombardia continuerà serenamente a stipendiare i  condannati per tangenti.

La strada per avere istituzioni a servizio dei cittadini, e non dei politici, è ancora lunga ma noi non molliamo e siamo certi di riuscire a cambiare questo sistema marcio.

Un nostro progetto di legge che chiede di rimodulare i vitalizi su base contributiva (come per le pensioni di tutti noi) e la loro abolizione definitiva è bell’e pronto per essere discusso e approvato. Ma i partiti si opporranno in tutti i modi o fingeranno di dimenticarlo in un cassetto.

Non mancheremo di far sentire loro il nostro fiato sul collo. Abbiamo vinto una battaglia, ma la partita sui vitalizi, un virus che logora le istituzioni, non si chiude qui.

 

 

 

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali