Home Diritti e pari opportunità Unioni civili. Anche il M5S nelle piazze lombarde per chiedere uguaglianza e dignità per tutte le famiglie
Unioni civili. Anche il M5S nelle piazze lombarde per chiedere uguaglianza e dignità per tutte le famiglie

Unioni civili. Anche il M5S nelle piazze lombarde per chiedere uguaglianza e dignità per tutte le famiglie

0
0

Pirellone-family

La nuova smisurata passione di Maroni per il lighting design (nei giorni scorsi ha dichiarato di voler illuminare questo venerdì la facciata del Pirellone con la scritta “Family Day”) non può e non deve essere sviluppata sulla facciata del palazzo del Consiglio Regionale, casa di tutti i Lombardi, e non di quattro omofobi, e Istituzione che dovrebbe rappresentarsi come laica. Per parte nostra oltre a spegnere le luci del nostro piano nel caso di un coinvolgimento né desiderato né auspicato in una battaglia di minoranza contro la parità di tutte le famiglie affiancheremo con banchetti le manifestazioni di sabato 23 gennaio. Saremo in piazza per ribadire il valore dell’uguaglianza e la dignità di ogni forma familiare.

Il M5S Lombardia e il M5S Milano saranno presenti nelle piazze lombarde alla mobilitazione nazionale di sabato 23 gennaio 2016 per chiedere diritti per tutte le famiglie, uguaglianza e laicità. In particolare a Milano, il M5S Milano e il gruppo LGBT M5S di Milano hanno organizzato per sabato 23 dalle ore 12 un gazebo (Corso Buenos Aires angolo Via Broggi). Sarà presente, dalle 16, Patrizia Bedori, candidata sindaco di Milano del movimento. Per Bedori: “Il Movimento 5 Stelle è da sempre impegnato, a tutti i livelli istituzionali, a garantire piena cittadinanza a tutti e tutte, a prescindere dall’orientamento sessuale e per promuovere il contrasto ad ogni forma di odio contro gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Presenzieremo alla manifestazione per ribadire anche a Milano che è inaccettabile ogni compromesso al ribasso su di un tema che riguarda l’uguaglianza e che impatta sulla vita di migliaia di famiglie milanesi”. A Varese, insieme alla Consigliera regionale Paola Macchi e il consigliere comunale Francesco Cammarata, saranno in piazza gli attivisti del movimento: “Se vuoi difendere i tuoi diritti – spiegano – devi difendere anche quelli degli altri soprattutto di coloro che se li vedono negati per mero calcolo di partito, la giustizia sociale è buon senso”. A Pavia sarà in piazza la Consigliera regionale Iolanda Nanni. A Mantova i portavoce Andrea Fiasconaro e Luigi Gaetti. A Bergamo il portavoce regionale Dario Violi.

 

 

tags: