Home Iolanda Nanni Concessione della Rete Ferroviaria Regionale a FerrovieNord. Nanni: “impedita la possibilità ad aprire una gara internazionale”
Concessione della Rete Ferroviaria Regionale a FerrovieNord. Nanni: “impedita la possibilità ad aprire una gara internazionale”

Concessione della Rete Ferroviaria Regionale a FerrovieNord. Nanni: “impedita la possibilità ad aprire una gara internazionale”

0
1

ferrovie_nord

Già a dicembre, il M5S aveva scoperto e denunciato l’emendamento in bilancio previsionale in cui si estendeva a 60 anni la concessione della Rete Ferroviaria Regionale a FerrovieNord (società controllata al 100% dalla holding FNM, di cui Regione Lombardia è azionista di maggioranza), chiedendone lo stralcio. Regione Lombardia, invece, ha affidato in-house la clamorosa concessione 60ennale senza battere ciglio ad un’azienda che, in questi anni, non si è certo distinta per investimenti efficaci sulle infrastruttura ferroviaria, né per capillarità della manutenzione ordinaria e straordinaria della rete o di un suo significativo potenziamento, non dando prova di meritarsi una fiducia illimitata nel tempo. Con ciò si è impedita la possibilità ad aprire una gara internazionale per la gestione dell’infrastruttura, magari con aziende più trasparenti ed efficienti della stessa FerrovieNord”, così Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S.

“Per quanto riguarda gli stanziamenti per l’acquisto di nuovi treni – continua Nanni –  l’Assessore Sorte gioca coi numeri, ma la minestra è sempre la stessa. Non più tardi di ottobre scorso, annunciava uno stanziamento di 68 milioni di euro per 8 nuovi treni che verranno rilasciati nel 2017. Mentre dei 200 milioni di investimenti in carico a TRENORD per il rinnovo della flotta, non si è visto ancora nulla. I 168 milioni di euro di cui parla Sorte sono numeri tirati a caso su vecchi stanziamenti per l’acquisto di nuovi treni che stiamo ancora aspettando”.

  • WWW.TAXADVISOR.IT

    “aprire una gara internazionale per la gestione dell’infrastruttura, magari con aziende più trasparenti ed efficienti ” ? Scusate, considerato che Regione Lombardia è l’azionista di maggioranza ci si attivi per rendere trasparenti ed efficienti le aziende di gestione dell’infrastruttura LOMBARDE, Con la sola ipotesi di far gestire l’infrastruttura ad un azienda NON LOMBARDA o NON ITALIANA ci si gioca il futuro a cinque stelle in regione lombardia per i prossimi 60 anni