Home Legalità #SanitopoliLombardia: arrestato il presidente della commissione sanità. Ora andate a casa.
#SanitopoliLombardia: arrestato il presidente della commissione sanità. Ora andate a casa.

#SanitopoliLombardia: arrestato il presidente della commissione sanità. Ora andate a casa.

0
1

rizziQuattro mesi dopo il terremoto che colpì la sanità lombarda, con l’arresto del vicepresidente della Lombardia ed ex Assessore alla Sanità Mario Mantovani, oggi negli uffici del Pirellone le forze dell’ordine hanno eseguito l’arresto per corruzione negli appalti del comparto odontoiatrico di Fabio Rizzi, braccio destro di Maroni e presidente di quella commissione sanità che ha portato avanti con orgoglio nei mesi scorsi la nuova riforma della sanità lombarda, presentata dallo stesso governatore come “una riforma epocale, che anticipa il futuro.” Si, un futuro di arresti e inchieste! Perché solo questa classe politica vecchia fondata sul principio del sistema ciellino clientelare (io faccio qualcosa per te, tu mi dai i tuoi voti e io mi  tengo stretta la poltrona) non poteva non capire che una sanità che eroga palate di soldi (pubblici) ai privati avrebbe portato a questi inevitabili epiloghi, come infinite volte i gufi del M5S avevano denunciato. E invece l’immagine dell’istituzione regionale viene ancora infangata dai farabutti in giacca e cravatta. Ora sulla vicenda attendiamo anche le reazioni di Salvini, che a questo punto sarà costretto a inventare nuovi modi per insultare la magistratura.

Le scope di Maroni hanno fallito, ora è il momento di una Lombardia a 5 Stelle. Ancora una volta è stata la magistratura a tentar di fare pulizie in una sanità marcia, e non le scope che Maroni aveva simbolicamente usato in campagna elettorale! La Lega per il secondo mandato consecutivo ha tradito i suoi elettori,  una terza chance non è prevista. E’ arrivata l’ora di andare a casa. Andate a casa e lasciate spazio a chi ha regole che riducono drasticamente la possibilità di “sporcarsi” con la politica, soprattutto con il principio del limite dei due mandati. Perché il nostro impegno proprio è quello di migliorare quel mondo dove saremo costretti a far ritorno. Questa è la differenza abissale tra noi e loro.

I portavoce del M5S Lombardia