Home HOME PAGE Maronopoly, il gioco del legittimo impedimento di Maroni
Maronopoly, il gioco del legittimo impedimento di Maroni

Maronopoly, il gioco del legittimo impedimento di Maroni

0
0

Oggi abbiamo protestato in Consiglio regionale il M5S Lombardia per l’uso reiterato del legittimo impedimento nel processo che vede coinvolto il Presidente della Lombardia Roberto Maroni, mostrando cartelli e invitato la stampa e i consiglieri regionali di maggioranza e opposizione a pescare tra le carte “imprevisti” di un ironico “Maronopoly. Pesca una carta e aiuta Maroni a rimandare il processo”. Tra le carte imprevisti, per esempio, “Ho dato lezioni al trota”, “E’ interrotta Pedemontana”, “C’era una lita d’attesa lunghissima dall’ortopedico”, “Avevo le prove della band”, “Avevo lezioni di lingua lombarda”, “Ho trovato traffico sulla BreBeMi” e così via. Stampa e politica devono indignarsi. In Lombardia si ripete una storia già vista di abuso del legittimo impedimento per schivare i processi e nessuno ne parla. E’ ora che il presidente consenta ai giudici di esprimersi sulle accuse di induzione indebita e turbata libertà che lo riguardano. E’ vergognoso che per ogni un’udienza s’inventino nuovi ostacoli. Il processo è fermo da più di due mesi e rischia di concludersi dopo la primavera del 2018. I lombardi hanno il diritto di sapere cosa è realmente successo.

Andrea Fiasconaro – Capogruppo del M5S Lombardia