Home Gianmarco Corbetta Bilancio 2017. Bocciate le proposte M5S per il territorio di Monza e Brianza.
Bilancio 2017. Bocciate le proposte M5S per il territorio di Monza e Brianza.

Bilancio 2017. Bocciate le proposte M5S per il territorio di Monza e Brianza.

0
0

Il complesso della Villa Reale di Monza è sotto organico, mancano le risorse per una vera valorizzazione culturale del sito e latitano persino i dispositivi per garantire la sicurezza. Solo una piena valorizzazione culturale della Villa e del Parco può assicurare al nostro territorio un flusso continuativo di turisti e il relativo indotto per tutto l’anno. Ma Maroni vuole i grandi eventi sportivi e musicali che si esauriscono in una manciata di giorni, così come l’indotto che portano. Infatti la nostra richiesta di stanziamento fondi nel bilancio di assestamento per la valorizzazione di questo patrimonio è stata bocciata dalla maggioranza.


Vi ricordate l’impegno del M5S Lombardia a portare le richieste dei cittadini in consiglio regionale all’interno dell’assestamento di bilancio?
Una di queste richieste era trovare una soluzione per l’annoso problema dell’accessibilità alla sede ex Asl di Desio. Anche questo emendamento è stato bocciato dalla maggioranza.

 

Nessuna risorse nemmeno per la riqualificazione del Corberi, l’ex manicomio di Limbiate, in una moderna “Cittadella delle Fragilità”. Eppure il Consiglio Regionale, proprio un anno fa, aveva approvato all’unanimità una mozione sull’argomento. Con un emendamento all’assestamento al bilancio regionale abbiamo chiesto un investimento di 5 milioni e 370 mila euro, utili per le prime necessità, cioè la messa in sicurezza e l’adeguamento strutturale degli immobili. Sono le prime operazioni utili per ottenere un regolare accreditamento della struttura nel quadro della Sanità lombarda e poter cominciare a ragionare seriamente sulla futura Cittadella delle Fragilità. L’emendamento è stato bocciato dalla maggioranza.

 

Nel 2007 era partito ufficialmente il progetto volto alla riqualificazione di un quartiere di Lissone, finanziato da Regione Lombardia e ALER. L’obiettivo era quello di riqualificare il quartiere, dandogli un volto nuovo, migliorando la qualità della vita e rafforzando il senso di appartenenza al territorio. Il progetto è partito e, sebbene lentamente, sta proseguendo ma finché l’Aler non inizia i lavori di ristrutturazione delle palazzine abbattute a metà, resta la sensazione di una zona abbandonata a se stessa, quasi in uno scenario da bombardamento bellico. Un degrado inaccettabile per una città come Lissone. Per questo motivo abbiamo chiesto 500 mila euro per sbloccare la situazione. L’emendamento è stato bocciato dalla maggioranza.

Queste e tutte le altre richieste del M5S sono state bocciate senza discussione dalla maggioranza per “far pagare” al Movimento la protesta contro i 500mila euro “regalati” a un torneo di golf.
Ricordatevi anche di questo, quando vi chiederanno di votarli ancora!

Gianmarco Corbetta – Portavoce Regionale del M5S

tags: