Home Dario Violi Giro d’Italia senza le nostre montagne, Violi: “grave perdita per la Lombardia”
Giro d’Italia senza le nostre montagne, Violi: “grave perdita per la Lombardia”

Giro d’Italia senza le nostre montagne, Violi: “grave perdita per la Lombardia”

0
0

Milano, la Lombardia e le sue meravigliose vette non saranno protagoniste del prossimo Giro d’Italia. Penso sia una grande perdita per il nostro territorio, per via dell’indotto che un evento fondamentale come questo, che ogni estate unisce il Paese, porta a chi lavora sulle nostre montagne, territori già costantemente dimenticati dalla politica regionale.
E meno male che non più tardi dell’anno scorso il sindaco Sala diceva che era sua intenzione portarlo a Milano anche per i prossimi due o tre anni, mentre l’assessore regionale Fabrizio Sala proponeva come partenza dell’ultima tappa l’autodromo di Monza. La tappa finale del Giro invece terminerà a Roma, sempre più attenta a investire su eventi mirati, poco impattanti e a misura di cittadino, ma dal grande ritorno d’immagine.

I nostri politici dopo solo qualche mese e a riflettori spenti, hanno fatto marcia indietro, con buona pace di chi ci aveva creduto. Ma al di là delle loro promesse da marinaio, a cui purtroppo siamo abituati, quello che fa specie è il mancato ritorno per Regione Lombardia, nonostante l’investimento. Infatti anche per quest’anno la Regione contribuisce con 100 mila euro al Giro, ma sul nostro territorio ci saranno solo due tappe (4 in meno della scorsa edizione a parità di investimento), nessuna delle quali di montagna. Insomma il prossimo anno non saremo a bordo strada o davanti alla Tv a tifare Nibali sul Mortirolo, cartolina stupenda della nostra Regione. E del ritorno d’immagine ed economico beneficeranno altre regioni, che evidentemente sono state più brave di noi, e dove non ci sono Maroni e i suoi assessori campioni di chiacchiere.

Dario Violi – Candidato presidente per Regione Lombardia del MoVimento 5 Stelle