Home Andrea Fiasconaro Programma Regionale Sviluppo: documento incompleto, molte questioni restano ignorate
Programma Regionale Sviluppo: documento incompleto, molte questioni restano ignorate

Programma Regionale Sviluppo: documento incompleto, molte questioni restano ignorate

0
2

Abbiamo espresso voto contrario al Programma regionale di sviluppo della XI Legislatura 2018-2023, approvato nella serata di martedì 10 luglio dal Consiglio regionale.

Questo PRS è un libro dei sogni, un documento incompleto che lascia il tempo che trova e che riprende i documenti degli anni passati. Non c’è traccia nel testo di moltissimi dei temi fondamentali e di stringente attualità nell’agenda politica della Lombardia. È il caso, fra i tanti, della trattativa Trenord FS, giusto per fare un esempio, che non compare da nessuna parte nel PRS.

Il documento riprende ovviamente il programma di Governo di Fontana, che è molto diverso da quello che avremmo realizzato al governo della Lombardia; una regione che ha bisogno di un coraggioso cambio di passo. Prendo atto con favore che alcuni emendamenti del M5S sono stati approvati. È un peccato però che siano state ignorate molte delle problematiche ambientali o delle gravi criticità territoriali che abbiamo sollevato. Per tutti questi motivi il voto del M5S è stato contrario al PRS”.

Nel corso delle votazioni sono stati approvati alcuni importanti emendamenti presentati dal M5S. Tra questi il sostegno alle scuole per l’implementazione di infrastrutture digitali e l’acquisto di strumentazione informatica, la richiesta di investimenti per il prolungamento delle linee metropolitane di Milano e l’introduzione del biglietto unico integrato nella città metropolitana di Milano, maggiori controlli in Finlombarda, lo sviluppo della responsabilità sociale d’impresa, lo stimolo alle politiche aziendali finalizzate al mantenimento dei livelli occupazionali e la pianificazione di quartieri sostenibili ed autosufficienti dal punto di vista energetico.

Andrea Fiasconaro, capogruppo del M5S Lombardia, dichiara

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali