Acqua

programma2013-acqua

 

Vogliamo vedere finalmente attuata la volontà che ben 27 milioni di cittadini hanno espresso con il Referendum, ma che troppe amministrazioni stanno ignorando. È necessario restituire all’acqua la sua connotazione di bene pubblico, non mercificabile e dalla cui gestione deve essere esclusa ogni possibilità di investimento retributivo.

Chiediamo che questa risorsa essenziale alla vita sia attivamente protetta dall’inquinamento e dagli sprechi.

 

Acqua

★ Modificare la legge regionale 26/2003, proponendo la separazione della gestione idrica da quella dei rifiuti ed  energetica, per permettere la ripubblicizzazione, nel rispetto della volontà degli italiani espressa mediante referendum.

★ Avviare una procedura di applicazione delle norme che prevedono la tutela, il risparmio, la conservazione della risorsa acqua dalla captazione (prelievo a uso umano) alla depurazione, nell’ottica della miglior gestione possibile, pubblica e partecipata, nei criteri di economicità e salubrità, della risorsa e bene universale “acqua”, rigettando
completamente il suo utilizzo come bene mercificabile.