Agricoltura, montagna e parchi Ambiente e Protezione Civile Consiglieri Regionali Roberto Cenci Varese

Perché l’anno nuovo è iniziato molto bene

L’intervento del consigliere Roberto Cenci su La Prealpina:

L’anno nuovo è iniziato bene, ci ha portato tante belle sorprese, questo è il pensiero che mi frulla nella mente, sorseggio il mio prosecco seduto sotto il portico mentre il sole sta calando. Temperatura favolosa, che bello restare all’aperto, peccato che siamo in inverno e il termometro dovrebbe segnare valori sotto lo zero.

Il circo delle elezioni del presidente della Repubblica è terminato, abbiamo assistito a fuochi incrociati, missili terra aria, bombe a mano lanciate, assalti alla baionetta. Si doveva cambiare tutto, alcuni personaggi dichiaravano che era giunto il momento per eleggere una donna, mi domando, sempre è il momento, se una donna è più brava di un uomo la si nomina, non si aspetta che arrivi il momento adatto, ma questi sono alcuni dei politici che ci troviamo, persi nella nebbia, quando la nebbia non c’è.

Un frastuono di pentole infinito per lasciare poi tutto invariato così tutti contenti e sereni, la poltroncina è assicurata per ministri, vice, sottosegretari e onorevoli per un buon annetto.

Altra notizia fresca fresca, la fusione nucleare, energia pulita per tutti e per sempre, da almeno cinquanta anni ne sento parlare, il primo progetto si chiamava Torus, alcuni giorni fa la notizia è apparsa su tutte le televisioni e su tutti i giornali, dopo venticinque anni i ricercatori sono stati capaci di raddoppiare il tempo di reazione portandolo a cinque secondi, sì cinque secondi.

Non vorrei essere mal interpretato io sono per la fusione nucleare, tempo fa scrissi che questa era a mio avviso la più importante e forse l’unica fonte di energia che avrebbe permesso di intraprendere veramente la transizione ecologica. Dissi anche che ci vorrà molto tempo, il reattore deve funzionare ventiquattro ore, speriamo che gli scienziati si muovano.

Un’altra cosa bella finalmente è arrivata: la biodiversità e la protezione dell’ambiente sono scritte nella nostra Costituzione. Tante cose bellissime sono scritte nel testo della Costituzione, per esempio l’articolo uno dice: l’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro…. Verissimo, poi i giovani se vogliono trovare lavoro devono espatriare. Una cosa è scrivere a tavolino, un’altra è muovere le mani e fare.

Sempre parlando di biodiversità e ambiente, noi abbiamo due ministeri che dovrebbero occuparsene, ora la Costituzione parla chiaro, non ci sono più storie da raccontare o tempo da perdere.

Sono il ministero dell’Agricoltura e quello della Transizione ecologica. Il primo è alquanto fermo, il secondo ha ballato per mesi con il nucleare sì, nucleare no. Fatti concreti nella direzione di quanto è sancito ora dalla Costituzione io non ne vedo.

Sono cattivo oggi, ci sono i due miliardi di alberi da piantumare entro il 2030 secondo gli accordi presi. A oggi ho visto piantumati quattro alberi, con amici e di nostra iniziativa li abbiamo messi a dimora a Varese, un po’ pochino non vi pare?

Sarebbe opportuno e urgente che i due ministeri eleggessero un commissario, soltanto così si potrebbe sperare in un risultato positivo. Come avete visto l’anno nuovo è iniziato bene, tutto doveva cambiare per non cambiare nulla. La mia riflessione non porta da nessuna parte, una cosa però è cambiata, il mio bicchiere è vuoto.

Articoli Correlati

In Commissione Sanità le modifiche alla riforma Moratti, Fumagalli: «Correzioni sostanziali, altrimenti il Governo avrebbe impugnato la legge»

Consiglio Regionale, bocciato odg M5S contro aumento spese militari. Degli Angeli: «Da PD e Lega voto ipocrita»

Carolina Russo De Cerame

Il Consiglio Regionale ascolta Zelensky, Di Marco: «Vicini al popolo ucraino, priorità sia accogliere»

Carolina Russo De Cerame