fbpx

Eugenio Casalino

casalino

Referente del M5S Lombardia per la zona di Milano.

 

Le mie attività in Consiglio

Profilo Facebook

Profilo Twitter

 

  • Sono nato a Sondrio nel 1964 e lì ho vissuto fino al 1983 quando sono venuto a Milano per frequentare il Politecnico, dove mi sono laureato in Ingegneria Elettronica.
  • Fino al 2009 ho svolto l’attività di gestione di progetti e di consulenza nel settore Information Technology e ho svolto l’attività di insegnante di informatica.
  • Dal 2009 sono funzionario della Direzione Sistemi Informativi del Comune di Milano e mi occupo di e-government e di progetti nell’ambito delle politiche sociali del Comune.
  • Sono un attivista del Movimento 5 Stelle a Milano dall’inizio del 2010. Ho contribuito con grande impegno alle elezioni comunali milanesi del 2011, occupandomi degli aspetti organizzativi, normativi e di programma. Nel 2012 ho aiutato diversi gruppi locali in provincia di Milano a nascere ed anche a presentarsi come liste civiche nelle elezioni comunali. Ho partecipato a quasi tutti gli eventi e banchetti tenuti finora.
  • A Milano seguo la segreteria organizzativa ed i Gruppi di Lavoro Connettività, Legale, Energia, Rifiuti, Fisco e Tasse. Supporto il consigliere comunale Mattia Calise nel seguire diverse questioni all’ordine del giorno e nel preparare mozioni, interrogazioni, interventi in consiglio comunale, comunicati stampa e richieste di accesso agli atti.
  • A Milano mi sono occupato in particolare delle seguenti problematiche: trasparenza amministrativa, nomine nelle partecipate del Comune, partecipazione dei cittadini, bilancio partecipativo, piano energetico comunale, Multiutility del Nord, analisi della gestione integrata rifiuti, illuminazione pubblica, riorganizzazione del Comune, piano industriale alternativo per SEA, agenda digitale del Comune, educazione ed istruzione, politiche sociali.
  • Ho sempre avuto una grande passione per la politica, intesa come impegno civico per la crescita non solo economica ma anche culturale e sociale della propria comunità di appartenenza. Penso che ci sia bisogno di una crescita della cultura civica e di impegno più diretto della gente e di minor delega agli “altri”.
  • Penso che la politica sia stata troppo a lungo nelle mani di interessi forti, di qualsiasi provenienza e simpatie essi siano, e che sia ora di rianimarla con un impegno, con idee, progetti, iniziative, energie e intelligenze nuove.
  • Sono residente in Lombardia da quando vi sono nato. La Regione Lombardia è la regione più ricca d’Italia ma anche la quarta per penetrazione della criminalità organizzata (secondo la DIA), occorre combattere su questo fronte. Occorre maggiore trasparenza e meritocrazia nell’amministrazione pubblica, occorre pensare a come creare le condizioni per uno sviluppo sostenibile per favorire l’occupazione, investendo sulla strategia “Rifiuti Zero”, sulle energie rinnovabili, sulla mobilità sostenibile, e con una agenda digitale all’avanguardia in Europa.
  • La mia “visione” della Regione Lombardia per i prossimi anni è una Regione più aperta, più trasparente, più meritocratica, più efficiente, meno collusa con i poteri fori e ancora più all’avanguardia in Italia ed in Europa, dove sia bello non solo lavorare ma anche vivere in una comunità.
  • Il primo atto di una Giunta M5S in Lombardia dovrebbe essere il licenziamento dei 31 dirigenti assunti illegittimamente, secondo sentenze definitive della giustizia amministrativa, come atto di rottura forte con lo strapotere formigoniano di questi ultimi 18 anni. Su questa questione il M5S ha presentato un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale di 14 milioni di euro.
  • Le priorità di cui la politica dovrebbe occuparsi nei prossimi anni in Regione Lombardia penso debbano essere:
    • Più meritocrazia, efficienza e utilità pubblica nella sanità;
    • Provvedimenti anti-corruzione e anti-mafia;
    • Semplificazione e digitalizzazione della Pubblica Amministrazione;
    • Trasparenza e partecipazione;
    • Miglioramento e potenziamento della istruzione e formazione professionale;
    • Un piano energetico regionale;
    • Un piano per attuare la Strategia “Rifiuti Zero”;
    • Sostegno alle PMI della regione;
    • Favorire la nascita di startup (nuove imprese) in Lombardia;
    • Evitare le Grandi Opere Inutili, come l’EXPO, e incentivare le piccole opere utili;
    • Fermare il consumo di suolo e la cementificazione selvaggia.

 

Se vuoi contattarmi compila tutti i campi del seguente form, ti risponderò appena possibile.





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Inserisci il codice di sicurezza

captcha

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali