Home Cultura e sport Interrogazione per il rilancio del complesso monumentale della Certosa di Pavia
Interrogazione per il rilancio del complesso monumentale della Certosa di Pavia

Interrogazione per il rilancio del complesso monumentale della Certosa di Pavia

0
0

CERTOSA DI PAVIALa consigliera regionale M5S Iolanda Nanni ha protocollato un’interrogazione diretta al Governatore Maroni ed all’Assessore competente relativamente alla valorizzazione ed al rilancio del complesso monumentale della Certosa di Pavia in vista di Expo 2015.
Iolanda Nanni dichiara: “Da recenti dichiarazioni del Governatore Maroni, apprendiamo che Regione Lombardia sta finalizzando un’intesa con la Provincia di Pavia, il Comune di Certosa ed i frati cistercensi per intervenire su “questo nostro bellissimo monumento” – dichiara Maroni – anche in vista di EXPO 2015.
La Certosa di Pavia è senza dubbio una perla architettonica lombarda, fra i monumenti più celebri a livello nazionale ed internazionale ma purtroppo versa in stato di grave degrado, con affreschi deturpati dai graffitti, tegole frantumate, pavimenti divelti e muffe e necessita di urgenti interventi manutentivi. L’accessibilità al monumento è consentita ad orari limitati, contrariamente a quanto prevedono gli standards europei ed italiani, la concessione ai frati per la gestione del complesso – scaduta nel 2012 – si è rivelata oggettivamente inadeguata rispetto alle esigenze di tutela e sorveglianza di un monumento di simili proporzioni e pertanto non è auspicabile rinnovarla. Ho pertanto richiesto se in vista di EXPO 2015 Regione Lombardia intenda stanziare risorse per un progetto di rilancio e valorizzazione dell’intero complesso monumentale facendosi parte attiva presso le sedi competenti, e nelle more del rinnovo alla convenzione, al fine di promuovere soluzioni gestionali alternative a quelle intraprese sinora che possano essere più efficaci ed adeguate alla portata culturale e turistica di questo importante monumento. Infine, ho richiesto di conoscere le modalità con le quali si intende implementare la valorizzazione della Certosa ed il suo inserimento in un più ampio circuito culturale e turistico afferente ad esempio ai monumenti viscontei ed alla vocazione agricola del nostro territorio pavese. Non ritengo, ad esempio, adeguata la proposta effettuata dalla Provincia di Pavia di sperimentare l’estensione degli orari di apertura nei fine settimana mediante reclutamento di personale a titolo volontario, ma ritengo invece che sia fondamentale avviare un progetto pilota che preveda l’assunzione a contratto di personale competente per la sorveglianza e le visite guidate, abbiamo tante giovani risorse del territorio che vi potrebbero essere impiegate!
Siamo contrari a EXPO del cemento ma assolutamente favorevoli a un EXPO diffusa e sostenibile che valorizzi i territori e le loro bellezze naturali ed artistiche: la Regione non può dimenticarsi della Certosa di Pavia, né esimersi dal fornire un proprio contributo diretto al rilancio di questo prezioso monumento lombardo”.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali