Home Gregorio Mammì Scuola – CAos GPS: Azzolina manda commissari a Milano, doveroso controllare lavoro dell’ex ministro Busetti
Scuola – CAos GPS: Azzolina manda commissari a Milano, doveroso controllare lavoro dell’ex ministro Busetti

Scuola – CAos GPS: Azzolina manda commissari a Milano, doveroso controllare lavoro dell’ex ministro Busetti

0
0

🔴 SCUOLA – CAOS GPS, AZZOLINA MANDA I COMMISSARI A MILANO, DOVEROSO CONTROLLARE LAVORO DELL’EX MINISTRO BUSETTI (Lega)

‼️ Troppi ritardi con le graduatorie provinciali scolastiche e la nomina dei supplenti‼️

Così, il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina, ha deciso di inviare una task force per accelerare le nomine dei supplenti che nel capoluogo lombardo stanno andando troppo a rilento.

Ce ne parla il consigliere Gregorio Mammì:
“In realtà, si tratta di un commissariamento vero e proprio che ha avuto per oggetto l’ufficio scolastico guidato oggi dal predecessore della Azzolina, il leghista Marco Bussetti, al fine di nominare d’ufficio i supplenti.
In tre giorni, sono state passate al setaccio le graduatorie per le scuole di Milano e sono state inviate oltre 600 nomine ad altrettanti supplenti che questa mattina dovranno presentarsi ai presidi e poi, se tutte le carte sono in regola, in classe.

Non è stato un «sabotaggio politico», come alcune malelingue stanno sostenendo, ma un INTERVENTO DOVEROSO da parte del nostro ministro per ristabilire un po’ di ordine ad una situazione mal gestita da parte di Bussetti a tal punto da rendere impossibile ai funzionari di procedere rapidamente alle nomine.
Le graduatorie provinciali per le supplenze (GPS), istituite con la nuova riforma della scuola, prevedono una procedura tutta digitalizzata che dovrebbe agevolare la chiamata dei supplenti e garantire più trasparenza e rapidità.

A differenza degli anni precedenti, la valutazione delle domande presentate si è conclusa nei tempi previsti e le graduatorie sono state varate in tempo utile, evitando l’effetto domino in base al quale il rallentamento di una singola istituzione scolastica comportava il blocco dell’intera produzione su intere province.

⁉️ E ALLORA PERCHÈ A MILANO IL SISTEMA DI NOMINA DEI SUPPLENTI STA ANDANDO COSÌ A RILENTO ⁉️

Oggetto di contestazione non è stato il grandissimo lavoro svolto dai funzionari, di cui mai si è messo in dubbio l’impegno e la professionalità. Gli uffici, infatti, hanno lavorato in maniera efficiente, completando nei tempi previsti la valutazione di migliaia di domande e procedendo subito alla pubblicazione delle graduatorie.
Ad essere fortemente criticata è stata l’INEFFICIENZA ed INOPEROSITÀ di Bussetti, tornato ad essere provveditore di Milano, a tal punto da sabotare la nomina delle supplenze e creare enormi disagi nella città che prima di lui ogni anno è sempre stata la più efficiente.

L’obiettivo della Azzolina è stato quello di “sorvegliare” il lavoro dell’ufficio scolastico diretto dall’ex ministro Bussetti.
Le tre inviate del Miur hanno lavorato molto bene con i funzionari dell’ufficio scolastico e adesso le cose dovrebbero filare meglio.

➡️ A leggere i numeri che le tre commissarie hanno inviato a Roma, DA OGGI nel capoluogo lombardo ci saranno tutti i professori di italiano alle medie (136), quelli di latino e greco alle superiori.

➡️ Mancano però ancora 27 professori di italiano alle superiori, così come una parte di quelli di inglese (sono complete le altre lingue), di filosofia e di informatica perché le graduatorie dei supplenti sono già vuote e andranno riaperte nei prossimi giorni”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali