Notizie Paola Macchi Silvana Carcano Territorio, trasporti e infrastrutture

Rho Monza: tavolo vietato a M5S Lombardia. Valutiamo esposto

AccessoVietato3+Questa mattina è stato impedito alle portavoce regionali del Movimento 5 Stelle Silvana Carcano e Paola Macchi di assistere al Sottotavolo tecnico svoltosi oggi presso l’assessorato infrastrutture e mobilità, al cui ordine del giorno c’erano anche in discussione decisioni relative alla strada provinciale Rho Monza.

Esattamente come per il divieto di assistere ad una seduta della Giunta per pretestuosi motivi di regolamento denunciata dal Movimento 5 Stelle Lombardia, e nonostante le ripetute richieste formali via mail, anche il solo ascolto dei lavori del Sottotavolo è stato precluso al Movimento 5 Stelle, mentre una manifestazione per l’interramento della Rho-Monza si stava svolgendo in Piazza Lombardia.

Silvana Carcano, portavoce del Movimento 5 Stelle, dichiara: “Ci hanno tenuto fuori dalla porta in barba al nostro ruolo di controllo ispettivo. Nessuno si è degnato di spiegarci il perché del rifiuto assurdo. Nelle scorse legislature i consiglieri si sono sempre disinteressati dei lavori della Giunta e nessuno, fino ad ora, si è mai sognato di imporre la trasparenza che le Istituzioni meritano nel loro operato, ma quando un Sottotavolo è segreto evidentemente c’è qualcosa da nascondere. Il Consiglio regionale sulla Rho-Monza è stato chiaro: va interrata. Approvazione all’unanimità. Non si capisce francamente perché la Giunta continui a lavorare invece per una superstrada a 14 corsie in  superficie e a lavorare in segreto.

Lo ribadisco: la Giunta, a porte chiuse, in gran segreto, come massoni, delibera e prosegue in direzione opposta a quanto indicato dal Consiglio Regionale all’unanimità. Vogliamo capire perché”.

Paola Macchi aggiunge: “Alla faccia della trasparenza. Nessun regolamento vieta ai consiglieri di ascoltare i lavori di un tavolo tecnico che decide della vita di migliaia di cittadini. Inviteremo l’Assessore Del Tenno in aula a spiegarci perché i consiglieri regionali non vengono invitati ad assistere ai tavoli tecnici in cui si tratta di argomenti discussi e votati in consiglio”

Movimento 5 Stelle ha interpellato, contestualmente al divieto di accesso, la Digos per avere spiegazioni del rifiuto. Nemmeno la Digos ha ottenuto spiegazioni. Il Movimento 5 Stelle sta valutando gli estremi per un esposto alla Questura.

Articoli Correlati

Bocciata sfiducia a Fontana, pagheranno i lombardi – 03/02/2020

Redazione Staff

Chiusura biglietterie Trenord, bocciata mozione per salvare punti vendita – 23/02/2021

Redazione Staff

Rapido ripristino della didattica a distanza: mozione M5S bocciata – 19/01/2021

Redazione Staff