Iolanda Nanni Notizie Sanità e Politiche Sociali

Cannabinoidi per uso terapeutico: ecco la proposta di legge di M5S Lombardia

cannabinoidiM5S Lombardia ha depositato una proposta di legge dal titolo “Modalità di erogazione dei farmaci e delle preparazioni galeniche a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche”.

Numerosi derivati della cannabis hanno proprietà terapeutiche riconosciute per diverse patologie e sono, dal 2007, nella tabella ministeriale che ne consente la prescrizione con ricetta medica.

Sono medicinali che rappresentano un importante strumento terapeutico la cui efficacia per la cura del dolore in neurologia e oncologia e per altre patologie è ampiamente dimostrata. In Italia i farmaci a base di cannabinoidi di produzione nazionale non sono disponibili in commercio ed è solo possibile importarli dall’estero. Non esistono poi protocolli attuativi regionali per la loro commercializzazione tanto che risulta di fatto quasi impossibile, e in ogni caso molto costoso per i pazienti (fino a 500 euro al mese), accedere a queste medicine.

Iolanda Nanni, prima firmataria della proposta, dichiara: “E’ necessario colmare il vuoto legislativo in Lombardia. Stiamo parlando infatti di farmaci necessari a cittadini per alleviare dolori e sofferenze, anche insostenibili. Sono pazienti in chemioterapia, che soffrono di glaucomi, artriti o emicranie. Questo progetto di legge non ha lo scopo di dare giudizi sull’utilizzo di stupefacenti ma ha finalità esclusivamente teraupetiche mirate ad alleviare le gravi sofferenze dei malati: stiamo infatti parlando del diritto alla libertà di cura. E’ necessario finalmente offrire garanzie a quei pazienti che scelgono di alleviare la propria sofferenza. Le leggi nazionali consentono dal 2002 la prescrizione di cannabinoidi: è surreale limitare o impedire l’accesso a questi farmaci a chi ne ha davvero bisogno per pregiudizi ideologici e culturali”.

cannabinoidi

Articoli Correlati

Degli Angeli: «All’ospedale di Lodi mancano garze e medicinali, sono gli effetti della (non)riforma Moratti-Fontana»

Parcheggio a pagamento al policlinico San Donato. Di Marco: “Non si lucra su chi si cura. Regione valuti proposta per sosta gratuita”

Redazione Staff

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff