Home Andrea Fiasconaro Treni. Aspettiamo l’Assessore anche a Mantova

Treni. Aspettiamo l’Assessore anche a Mantova

0
0

L’Assessore regionale ai trasporti Maurizio Del Tenno ha preso un treno da Cremona a Milano per verificare di persona lo stato del servizio e della linea ferroviaria.

Andrea Fiasconaro, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, commenta “E’ un’iniziativa interessante e sarebbe utile che l’Assessore la replicasse prendendo il treno da Mantova. Anche il treno dell’Assessore ha subito un ritardo, tra Cremona e Milano, di venti minuti. Evidentemente non gli è andata troppo male, rispetto a coloro che quella linea la usano tutti i giorni e che fanno i conti spesso con ritardi ben superiori. Non sempre le carrozze poi sono calde e confortevoli come ha potuto constatare Del Tenno.

Non basta un viaggio per rendersi conto delle importanti problematiche che vivono i pendolari di questa linea. Ricordiamo che a partire da  febbraio, stando a quanto dichiarato dalla Giunta, arriveranno 63 nuovi treni entreranno in servizio ma non è ancora chiaro su quali linee saranno operativi. Difficilmente questi convogli saranno adatti alla linea Milano-Cremona-Mantova che è a media percorrenza. Insomma, oltre a prendere il treno, è necessario che l’Assessore inizi a ragionare con Trenord e RFI per il raddoppio della linea ferroviaria, l’acquisto di nuovo materiale rotabile adatto alla linea e decida di investire seriamente su questa tratta rinunciando magari a impattanti progetti come quello dell’autostrada tra Mantova e Cremona di cui si è tornato a parlare in queste settimane”.

“L’Assessore ha anche rilevato l’assenza di un passaggio del controllore. E’ stato un caso. Per esperienza diretta so che i controllori passano puntualmente e spesso si trovano a dover subire immeritatamente le legittime proteste dei pendolari. I problemi della linea Milano-Mantova sono davvero altri. Proprio per questo aspettiamo l’Assessore anche alla stazione di Mantova”, conclude Fiasconaro.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali