Home Dario Violi Sì alla fusione dei Comuni, pretestuose polemiche del PD

Sì alla fusione dei Comuni, pretestuose polemiche del PD

0
0

Il Movimento 5 Stelle, come è dichiarato nel programma elettorale, è a favore delle fusioni sotto 5mila abitanti come da programma. In Lombardia si sono tenuti alcuni referendum sulla fusione dei Comuni e il Consiglio regionale è stato chiamato a ratificare la decisione alla luce del risultato emerso dalle urne. Abbiamo sostenuto i progetti di fusione ma abbiamo dichiarato sin dall’inizio che avremmo sempre rispettato l’esito referendario e le scelte dei cittadini. Sulle fusioni abbiamo assistito a scontri politici tra partiti tradizionali che avevano come unico obiettivo quello di mantenere il controllo su questo o quel comune in spregio alla volontà popolare. Proprio per questo, e per rispetto per il metodo del referendum che reputiamo strumento principe della democrazia diretta, il nostro voto è stato contrario alle fusioni nelle quali non è prevalso il sì al referendum, nel pieno rispetto della volontà dei cittadini coinvolti.

Dario Violi, consigliere del Movimento 5 Stelle, dichiara: “In attesa di una legge regionale che coinvolga tutti i Comuni sotto i 5 mila abitanti ci siamo orientati al pieno rispetto della volontà popolare emersa grazie al referendum”.

“Le fusioni – continua Violi – sono utili perché diminuiscono la spesa pubblica, migliorano la qualità dei servizi ed efficientano il sistema delle autonomie locali. Il Partito democratico non ha perso l’occasione per attaccarci sostenendo che il nostro voto sui comuni non fosse da “seguaci di grillo”. Questo la dice lunga sulla visione che hanno di noi. Sulla fusione dei Comuni ci siamo limitati a ascoltare la voce del territorio a differenza di un partito che vota le fusioni interpretando la volontà popolare a proprio piacimento, anteponendo la convenienza di partito alla libera espressione dei cittadini”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali