Home Ambiente e Protezione Civile Lombardia in testa alla classifica sul consumo di suolo

Lombardia in testa alla classifica sul consumo di suolo

0
0

Secondo quanto emerge dal nuovo rapporto Ispra sul consumo di suolo, presentato ieri a Roma, ogni secondo in Italia vengono consumati 8 mq di suolo. Solo negli ultimi 3 anni, è stata impermeabilizzata un’area pari alla somma dei comuni di Milano, Firenze, Bologna, Napoli e Palermo.

Di fronte a questi dati, e a numerosi studi che ci mostrano come il consumo di suolo comporti conseguenze importanti sui cambiamenti climatici e che sia causa dell’aumento di frane e alluvioni che sempre più spesso interessano la nostra Penisola, il Movimento 5 Stelle ha presentato una proposta di legge senza compromessi per lo stop al consumo di suolo e per la tutela del paesaggio.

Ascoltare però Roberto Formigoni parlare a margine della presentazione del rapporto ci sembra un insulto alla verità dei fatti. Come ricorda il rapporto, infatti, la Lombardia detiene il primato negativo con oltre il 10% di copertura artificiale. Su base comunale poi, tra le città più cementificate d’Italia troviamo Milano (61,7%), Monza (48,6%), Bergamo (46,4) e Brescia (44,5).

De Rosa (Portavoce M5S), intervenendo in occasione della presentazione del rapporto, ha dichiarato che: “l’ex presidente della Regione Lombardia dovrebbe ricordare, prima di fare proclami a favore dell’ambiente, che l’attuale progetto per Expo2015 prevede il consumo di 1,1 milioni di mq di terreni fertili lombardi, e che proprio negli anni della giunta Formigoni il famoso Bosco di Gioia, vincolato a verde pubblico, fu raso al suolo nel centro di Milano per far posto ai nuovi palazzi del potere lombardo.”

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali