Home Eugenio Casalino Inqualificabile e grave il passo indietro rispetto al patrocinio all’iniziativa di Lealtà e Azione

Inqualificabile e grave il passo indietro rispetto al patrocinio all’iniziativa di Lealtà e Azione

0
0

La vicepresidente del Consiglio regionale, Sara Valmaggi e il consigliere segretario Eugenio Casalino stigmatizzano così la scelta dei componenti di maggioranza dell’Ufficio di presidenza che oggi hanno votato contro la revoca del patrocinio all’iniziativa dell’organizzazione di estrema destra.

“Ricordiamo che la lettera di diffida all’uso del logo del Consiglio inviata agli organizzatori del torneo “Un calcio alla Pedofilia in difesa dei nostri bambini” era nata a seguito di una nostra forte sollecitazione ed è stata stilata dopo le verifiche degli uffici. Era di per sé una revoca del patrocinio perché esplicitava chiaramente la decisione di ritirare la delibera emanata il 19 maggio scorso dall’ufficio di presidenza. Ora il passo indietro dei componenti di maggioranza dell’Ufficio di presidenza è ingiustificabile e inaccettabile.

L’associazione “La caramella buona ONLUS” ha presentato una richiesta omissiva e menzognera,nascondendo consapevolmente i veri organizzatori dell’iniziativa: Lealtà e Azione, Bran.co e ASI. Si tratta di un fatto di per sé sufficiente a rendere nullo il patrocinio. Irricevibile nella forma, la decisione di oggi lo è ancor di più nella sostanza”.

“Evidentemente – concludono Valmaggi e Casalino – la fragilissima maggioranza che regge la Regione ha bisogno, per sopravvivere, di piegarsi anche ai più miserevoli ricatti delle frange più estreme che non hanno alcuna vergogna a difendere apertamente un’iniziativa di chiaro stampo fascista. A noi resta l’orgoglio di aver agito a tutela della dignità dell’istituzione. Abbiamo fatto quanto possibile per tenere lontano, una volta svelato l’inganno, un gruppo antidemocratico. Di questo alla maggioranza evidentemente non importa nulla”.

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali