Home Lavoro, istruzione e formazione Franco Tosi che cosa sta succedendo?

Franco Tosi che cosa sta succedendo?

0
2

Il M5S Lombardia aveva denunciato, nel luglio scorso, le ambiguità nel bando di gara per l’affitto di rami dell’azienda Franco Tosi prima posticipato e poi modificato e auspicato una rapida soluzione alla crisi di un’azienda che deve tornare rapidamente a essere punto di riferimento nel panorama industriale di Legnano e dell’intero Alto Milanese.

Stefano Buffagni, Consigliere del Movimento 5 Stelle, dichiara: “Le due aziende che hanno presentato un’offerta sono esattamente le stesse che un anno fa avevano manifestato interesse nell’affitto dell’azienda. Grazie ai ritardi accumulati dal Commissario ed al Ministero si è perso un anno di investimenti, venti milioni di soldi pubblici sprecati tra cassa integrazione e mancati introiti sul territorio. L’Azienda è in amministrazione straordinaria  e francamente non comprendiamo una gestione così leggera della grave crisi aziendale, che poteva già essere risolta con un accordo già predisposto, e che ha acuito ulteriormente le difficoltà della Franco Tosi. Qualcuno dovrebbe spiegarci che cosa sta succedendo anche perché chi ci va di mezzo sono i lavoratori che, per scelte di gestione incomprensibili, vedono allontanare ulteriormente la prospettiva di una continuità aziendale tanto auspicata quanto possibile. Realtà come queste vanno recuperate per rilanciare il territorio e l’occupazione”.

Per Riccardo Olgiati, consigliere comunale di M5S di Legnano, “l’importante è che il maggior numero di lavoratori rientrino nei futuri piani industriali della nuova società e spero che chi acquisterà l’azienda abbia un piano a lungo termine che possa permettere ai dipendenti di tornare al proprio posto e ridia alla FTM una posizione trainante nel tessuto industriale dell’alto milanese con lo sviluppo delle commesse acquisita da Lolli in questi mesi e l’acquisizione di altre nuove”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali