Home Paola Macchi La Riforma della Sanità è ancora senza fondamenta

La Riforma della Sanità è ancora senza fondamenta

0
2

“Ad oggi la riforma sanità lombarda è in alto mare, un totem senza fondamenta tanto che siamo ancora in attesa che la maggioranza trovi una convergenza su di una proposta comune.  Oggi ci hanno presentato i pilastri del sistema, ma come si può pensare di costruire qualcosa di solido senza partire almeno con una base d’accordo.  Maroni parte con il piede sbagliato e non contento auspica anche che si giunga velocemente ad approvare il progetto. Per cambiare radicalmente una legge del 1997  che tocca da vicino tutti i lombardi, ci vuole tempo per approfondire bene ogni argomento e ampio spazio per il dibattito. E fin qui i rallentamenti per l’approvazione della delibera sono stati causati solo dal disaccordo fra le forze di maggioranza”, così Paola Macchi, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia.

“Non vorremmo, come già visto sul consumo di suolo, che nel corso dell’iter di approvazione della legge si facciano illegittime forzature. Il luogo deputato al dibattito sul progetto di legge è la Commissione Sanità e passeremo al microscopio, comma per comma la proposta che, nelle nostre intenzioni, dovrà rivedere radicalmente il sistema formigoniano.  Abbiamo intenzione di ascoltare  associazioni, enti e operatori di settore coinvolti, sia tramite audizioni in commissione, sia con incontri specifici con associazioni, operatori e cittadini di cui il Movimento 5 stelle si farà portavoce. Il faro della riforma deve essere una sanità pubblica qualificata che risponda sempre di più ai problemi di salute dei cittadini. Per arrivare a questo risultato dobbiamo riuscire a cancellare  20 anni di squilibri tra pubblico e privato, con un privato che ha assorbito la maggior parte delle  risorse del bilancio pubblico evitando che possano ripetersi gli scandali che tuttora vedono coinvolti gli alti vertici delle passate legislature, Formigoni in primis.”, conclude Macchi.

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali