Home Ambiente e Protezione Civile Giro di vite sulle centrali idroelettriche, chiesta moratoria alle concessioni di derivazione idroelettrica
Giro di vite sulle centrali idroelettriche, chiesta moratoria alle concessioni di derivazione idroelettrica

Giro di vite sulle centrali idroelettriche, chiesta moratoria alle concessioni di derivazione idroelettrica

0
3

Valutare una moratoria di tutte le nuove concessioni di derivazione su tutto il territorio lombardo, almeno fino a quando non saranno elaborati il bilancio idrologico regionale da parte di ARPA e il Programma di tutela e uso delle acque”, è questa la richiesta del M5S Lombardia che ha presentato una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio regionale di martedì 6 settembre.

Per il consigliere regionale Giampietro Maccabiani: “La situazione delle derivazioni idroelettriche è fuori controllo: sul Serio ce ne sono almeno 30 e hanno gravi problemi al deflusso vitale del fiume, la Provincia di Brescia dichiara 67 derivazioni nel fiume Oglio in istruttoria e, dal 2004 al 2013 ben 15 nuovi impianti. Sono solo due esempi, che denunciano, come la risorsa acqua in Lombardia sia sfruttata oltre ogni limite, a scapito degli ecosistemi fluviali, dell’ambiente, della biodiversità nonché sulla fruizione turistica dei luoghi montani. Troppo spesso gli ambiti territoriali in cui insistono i progetti di impianti idroelettrici presentano particolari valenze naturalistiche, ambientali e faunistiche. La Valle d’Aosta ha bloccato il rilascio di nuove concessioni di derivazione, la Comunità europea auspica che tale approccio cautelativo possa essere seguito da altre Regione. Anche la Lombardia si dia una mossa in questo senso”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali