Ambiente e Protezione Civile Iolanda Nanni Notizie Video

Fanghi: mozione espressione di un conflitto di interessi della consigliera regionale leghista pavese.

Nel corso della discussione della mozione sui fanghi presentata dalla consigliere regionale pavese della Lega Nord Silvia Piani e che chiede incentivi e misure regionali per gli impianti di depurazione, la capogruppo del M5S Lombardia Iolanda Nanni è intervenuta dicendo che aveva scoperto su Facebook che il Sig. Simone Ciaramella, marito della consigliera Piani, risulta essere amministratore delegato di AS Mortara che si occupa di impianti di depurazione, appunto oggetto della prima mozione in Aula della moglie.

La capogruppo Nanni dichiara: “Ci è sembrato quanto meno inopportuno che una rappresentante istituzionale promuovesse un atto pro domo sua, doveroso informare i colleghi apparsi sorpresi che non hanno negato il legame familiare della consigliera leghista. Una mozione espressione di un conflitto di interessi da parte della Lega, inaccettabile!

Per Nanni: “In effetti non comprendevo come mai si proponesse una mozione sui fanghi affrontando il grave problema dalla sola ristretta angolazione degli impianti di depurazione quando invece sono altri gli interventi prioritari. Per l’ambiguità della situazione, il M5S ha richiesto la votazione per parti separati votando contro quella che si prestava a letture ambigue o possibili richieste di favoritismi. Quella della Lega Nord insomma è una mozione a favore dell’ammodernamento degli impianti di depurazione travestita da atto di contrasto allo smaltimento dei fanghi in agricoltura”.

“Siamo ben lontani da un provvedimento di tutela dei nostri territori, dell’ambiente e dell’agricoltura. Nemmeno alcuni dei nostri emendamenti migliorativi alla mozione sono stati accolti. Questa mozione risponde a logiche strumentali inaccettabili e non può avere il favore del M5S”, conclude Nanni.

Articoli Correlati

Qualità dell’aria, 2022 anno da dimenticare per la Lombardia. De Rosa: “Risultato delle politiche disastrose di Fontana”

Carolina Russo De Cerame

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff

Superbonus 110%: Lombardia si conferma al primo posto per asseverazioni. Il Movimento lavora per il Nord e per le imprese

Redazione Staff