Home Ambiente e Protezione Civile Recupero seminterrati: una furba sanatoria dietro alla scusa del consumo di suolo.
Recupero seminterrati: una furba sanatoria dietro alla scusa del consumo di suolo.

Recupero seminterrati: una furba sanatoria dietro alla scusa del consumo di suolo.

0
0

“Il progetto di legge Recupero dei piani seminterrati esistenti presentato dalla maggioranza sdogana l’uso abitativo dei seminterrati in Lombardia. Oltre a derogare alla normativa nazionale sull’altezza dei seminterrati (2,70 mt), abbassandola a 2,40, la maggioranza non si è minimamente posta il problema di tutelare gli aspetti legati al rischio, trasformando i seminterrati con un colpo di bacchetta in vere e proprie abitazioni anche se sono situati in aree a rischio sismico e idrogeologico, né ha preso in considerazione il problema dell’inquinamento da radon, un inquinante cancerogeno presente nel suolo le cui concentrazioni all’interno di seminterrati uso abitazione potrebbero essere letali per i residenti. Insomma, quello che la maggioranza fa passare per un PDL contro il consumo di suolo, maschera in realtà una gigantesca sanatoria aperta a tutti coloro che già oggi abusivamente mettono a reddito locali seminterrati contro la legge, sfruttando la povertà della gente e le categorie deboli. Dire no al consumo di suolo significa affrontare seriamente il tema del recupero del patrimonio inutilizzato, censire e incentivare la ristrutturazione delle migliaia di alloggi sfitti e invenduti presenti sul territorio lombardo, non certo mandare la gente a vivere sotto terra in situazioni di pericolo.

Iolanda Nanni, capogruppo del M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali