Home Ambiente e Protezione Civile Pedemontana. Le compensazioni sono ancora un miraggio.
Pedemontana. Le compensazioni sono ancora un miraggio.

Pedemontana. Le compensazioni sono ancora un miraggio.

0
0

Grazie a una mia mozione approvata dal Consiglio Regionale un piao d’anni fa, la Giunta Regionale deve costantemente aggiornare il Consiglio riguardo l’avanzamento delle opere di mitigazione e compensazione ambientale lungo il tracciato di Pedemontana. In questi giorni è arrivato l’aggiornamento a gennaio 2017, rispetto a quanto avevo scritto in occasione dell’aggiornamento ricevuto a luglio 2016 (http://gianmarcocorbetta.it/2016/08/pedemontana-che-fine-hanno-fatto-le-compensazioni-ambientali/#more-3741) non ci sono grosse novità. Le “numerose nuove convenzioni” che secondo l’Assessore ai Trasporti Sorte sarebbero state sottoscritte negli scorsi mesi sono in realtà solo 3 e riguardano i Comuni di Cassano Magnago (11/11/2016), Gorla Minore (10/01/2017) e Vedano Olona (10/01/2017). Nei fatti, dopo ben 15 mesi dall’inaugurazione dei primi tratti della Pedemontana (novembre 2015) ancora non si è visto un solo cantiere per la realizzazione delle opere compensative. Su 23 interventi solo uno (Solbiate Olona) è giunto alla fase di gara, la maggior parte dei rimanenti è ancora in fase di progettazione. Per fortuna che le opera di compensazione dovevano procedere di pari passo con la realizzazzione dell’autostrada. Per i cittadini, oltre il danno la beffa: se negli anni passati la politica non ha risparmiato promesse e rassicurazioni sulle compensazioni, ora che l’autostrada è arrivata e ha sventrato il territorio nessuno degli asfaltatori di turno pare particolarmente interessato né sa dire ai cittadini quando si completeranno queste benedette opere! D’altra parte sappiamo bene che a Maroni e soci interessa solo completare il tracciato, poco importa se lungo la strada si perdono pezzi!

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali