Iolanda Nanni Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture Video

Lega e Forza Italia votano contro i pendolari: approvato l’aumento delle tariffe dei treni!

La maggioranza da il via libera all’aumento delle tariffe dei biglietti dei treni, ma i pendolari continueranno a viaggiare su treni scassati, sovraffollati e in ritardo! Infatti nel progetto di legge di semplificazione passato in Commissione II Affari Istituzionali è stato votato un articolo che consente di far pagare tre volte ai lombardi gli investimenti sul servizio ferroviario regionale: con le tasse, con i 400 milioni di euro che ogni anno Regione dà a Trenord e, da oggi, anche aumentando le tariffe all’utenza, a prescindere dalla qualità del servizio erogato. È un provvedimento iniquo e vergognoso che è stato fatto passare in un articolo mascherato da un titolo fuorviante: “promozione degli investimenti per il rinnovo del materiale rotabile ferroviario e automobilistico, finalizzati al miglioramento della qualità del servizio e dell’attrattività del sistema di trasporto pubblico locale, attraverso la previsione di un meccanismo di adeguamento tariffario strettamente legato agli investimenti pianificati e realizzati“. La Lega Nord si dovrà assumere la responsabilità di questa ennesima porcata verso tutti i pendolari lombardi che dà facoltà di aumentare le tariffe quando vi sono investimenti. Mai sino ad ora una compagine politica aveva avuto la faccia tosta di far pagare tre volte ai cittadini gli stessi investimenti. Gli aumenti delle tariffe dei treni sono giustificati solo se ci sono standard di servizio dignitosi in termini di puntualità e qualità dei viaggi, standard che in Lombardia sono ben lontani dall’essere raggiunti.  Per questo promettiamo battaglia quando il provvedimento arriverà in Aula del Consiglio Regionale.

Iolanda Nanni – Portavoce Regionale del M5S Lombardia

 

Articoli Correlati

Commissione Antimafia: terzo anno di attività

Opportunità di lavoro: il M5S Lombardia cerca un addetto stampa

Carolina Russo De Cerame

Una proposta di legge per azzerare il sistema delle Aler