fbpx
Home Notizie I nostri dati sanitari a IBM: chiesto intervento urgente del Presidente del Consiglio Regionale!
I nostri dati sanitari a IBM: chiesto intervento urgente del Presidente del Consiglio Regionale!

I nostri dati sanitari a IBM: chiesto intervento urgente del Presidente del Consiglio Regionale!

0
0

Sull’accordo sottoscritto a Boston dall’allora Presidente del Consiglio Renzi e Watson Healt, su un sistema di Ibm per sviluppare una nuova generazione di applicazioni e soluzioni sanitarie basate sui dati, per il quale lo Stato italiano si impegna a cedere gratuitamente i dati sanitari di 10 milioni di lombardi, va fatta totale chiarezza. Stiamo parlando di dati sanitari, i dati sensibili per eccellenza ceduti a una multinazionale: i lombardi non possono subire passivamente le decisioni del Governo di Roma. Abbiamo provato a sbrogliare la matassa in Consiglio regionale con un’interrogazione alla quale la Giunta regionale non ha sostanzialmente risposto.

Peggio, oltre a essere top secret l’accordo, sembrerebbe essere coperta da totale riserbo qualunque documentazione sul tema in possesso della Lombardia. E’ il caso della comunicazione dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali sull’accordo. Il M5S ha chiesto, con un accesso agli atti, di poter visionare e studiare quel documento, senza ottenere nessuna risposta se non un silenzio assordante.

Abbiamo scritto al Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo per chiedere un intervento diretto dell’Ufficio di Presidenza “essendo decorsi i termini previsti dal regolamento” e ottenere la documentazione.

Non è la prima volta che la facoltà del consigliere regionale di accedere a documenti amministrativi o di altra natura è bellamente ignorata. Probabilmente qualcuno in Regione Lombardia immagina di lavorare per i servizi segreti. Il Presidente Cattaneo deve ristabilire un principio e cioè la Lombardia è un’istituzione pubblica, come sono pubblici gli atti, i documenti e le analisi che riguardano le scelte che impattano sulla vita dei cittadini. Ci auguriamo che quel documento ci sia trasmesso al più presto, segretezza e riservatezza dovrebbero riguardare i dati sanitari dei lombardi e non gli accordi tra il Governo, la Regione e le multinazionali

 

Silvana Carcano – Portavoce regionale del M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali