Consiglio Regionale News Gregorio Mammì Sanità e Politiche Sociali

Cancellazione barriere sia davvero priorità in Lombardia

“Eliminare le barriere architettoniche in Lombardia deve essere davvero una priorità. Le norme che approviamo devono avere scadenze perentorie e bisogna vincolare i contributi che Regione elargisce tramite bandi, prevedendo una premialità per chi si dota di Piani di eliminazione delle barriere architettoniche (PeBa).

Non è possibile che il 94 per cento dei nostri comuni non abbia ancora provveduto ad approvare un piano di eliminazione delle barriere architettoniche. Oggi solo il 22 per cento dei lombardi può avere una mobilità idonea alle persone diversamente abili, le Istituzioni devono fare tutto il possibile per cancellare al più presto le barriere. Questa mozione va nella giusta direzione ma le parole  devono trasformarsi in atti concreti. Un Comune che non adotta un piano di abbattimento delle barriere rappresenta un grave fallimento per la Lombardia nella battaglia per rendere uguali tutti i cittadini nell’uso degli spazi e del territorio. Proprio per questo abbiamo chiesto di pubblicare sul sito istituzionale l’elenco dei Comuni inadempienti, in modo che tutti i cittadini possano valutare l’operato è la sensibilità degli amministratori” così Gregorio Mammì, commenta l’approvazione della mozione sul Piano “2030 Lombardia senza barriere” di ieri in Consiglio regionale.

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

#SaliAbordo: il M5S Lombardia incontra i territori

Commissione d’inchiesta Covid assenti Fontana e Moratti. Di Marco : «Ingiustificabile mancanza di rispetto»

Carolina Russo De Cerame