Home Ambiente e Protezione Civile 16 milioni alla Lombardia per la rimozione dell’amianto: “usiamoli per gli edifici scolastici”
16 milioni alla Lombardia per la rimozione dell’amianto: “usiamoli per gli edifici scolastici”

16 milioni alla Lombardia per la rimozione dell’amianto: “usiamoli per gli edifici scolastici”

0
2

Il Governo finanzierà con altri 16 milioni di euro per la rimozione di amianto dagli edifici pubblici in Lombardia.

“È un’ottima notizia, il nostro è il governo dell’ambiente e delle bonifiche. Purtroppo in Lombardia sono ancora centinaia gli edifici scolastici pubblici che attendono di essere risanati.

Grazie a una nostra interrogazione-denuncia era emerso che 1127 scuole hanno ancora manufatti in amianto e ben 78 un alto profilo di rischio, mentre 45 hanno un maggiore profilo di rischio.

L’Assessore Rizzoli ha dimostrato molta sensibilità su questo tema. Il suo lavoro, che abbiamo sollecitato in più occasioni trovando un’interlocutrice attenta, si sta concretizzando con un primo bando per l’edilizia scolastica molto attento alla rimozione dell’amianto.

Da qui dobbiamo ripartire con un piano che dia priorità assoluta alle scuole anche con le risorse fresche impegnate dal nostro Governo.

Il problema della presenza di amianto in edifici che frequentano quotidianamente i nostri figli va risolto entro questa legislatura. È assurdo che nel 2020 si parli ancora di bonifiche da amianto”, così Monica Forte, consigliere regionale del M5S Lombardia.

“Dopo il nostro emendamento che ha consentito di far partire la nuova mappatura in Lombardia ne abbiamo parlato con il Ministro Costa e siamo orgogliosi che questi soldi siano stato bloccati.

È urgente e positivo intervenire sul patrimonio pubblico. Ma non basta. Anche il privato va coinvolto nelle bonifiche e Regione Lombardia deve individuare rapidamente siti di smaltimento e incentivare i cittadini alla rimozione”, conclude Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia.

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali