fbpx
Home Antimafia Giornalismo, teatro e lotta alla mafia: domani a Palazzo Pirelli
Giornalismo, teatro e lotta alla mafia: domani a Palazzo Pirelli

Giornalismo, teatro e lotta alla mafia: domani a Palazzo Pirelli

0
0

Sarà aperto da un ampio estratto dello spettacolo teatraleSe dicessimo la verità”, l’opera-dibattito sulla legalità curato da Giulia Minoli e da Emanuela Giordano, il convegno su “Il giornalismo e il teatro nell’esperienza del movimento antimafia” in programma domani, venerdì 7 giugno (ore 10-12.30), all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli (ingresso da piazza duca d’Aosta, 3 – Milano). La mattinata di dibattito e confronto è promossa dalla Commissione speciale Antimafia, presieduta da Monica Forte (M5S) e vale come formazione professionale accreditata dall’Ordine dei giornalisti.

I lavori sono strutturati in due blocchi. Nella prima parte, lo spettacolo che metterà in scena storie quotidiane e nascoste, persone che non fanno rumore come altre, ma che vivono sotto scorta per aver avuto il coraggio di parlare compiendo il proprio lavoro: una produzione teatrale, frutto di una collaborazione fra il Piccolo teatro di Milano e il corso di Sociologia della Criminalità Organizzata dell’Università degli Studi di Milano. La seconda parte di approfondimento sarà condotta da Cesare Giuzzi, giornalista del Corriere della Sera che intervisterà Paolo Borrometi de “Il giornale di Sicilia”, giornalista sotto scorta e autore del libro “Un morto ogni tanto”, che parlerà della sua esperienza e del ruolo che il giornalismo può avere nella lotta alla mafia. Al dibattito parteciperanno anche Alessandro Galimberti, Presidente dell’Ordine Giornalisti della Lombardia e giornalista del Sole 24 Ore; Giulia Minoli, fondatrice di The Co2 Crisis Opportunity onlus, e il professor Nando dalla Chiesa.

 Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali