fbpx
Home Agricoltura, montagna e parchi Lombardia – Svizzera, potenziare i collegamenti
Lombardia – Svizzera, potenziare i collegamenti

Lombardia – Svizzera, potenziare i collegamenti

0
2
🇮🇹 LOMBARDIA SVIZZERA 🇨🇭
 
Ieri a Palazzo Pirelli un incontro su diversi temi cruciali riguardo ai rapporti fra LOMBARDIA e SVIZZERA, avvenuto in occasione dell’incontro con il Gran Consiglio della Repubblica e Cantone Ticino.
 
Uno dei temi principali della discussione è stato quello dei flussi di traffico tra Lombardia e Svizzera, in particolare legato ai frontalieri.
Tra i rappresentanti di Regione Lombardia intervenuti il consigliere Raffaele Erba Portavoce M5S Regione Lombardia:
 
“Uno studio recente effettuato dal Canton Ticino dice che ci sono circa 20 mila ingressi da Como verso la Svizzera: il 60% dei pendolari sarebbe disposto a rinunciare all’auto se ci fosse un mezzo alternativo valido ed affidabile. Questo significa che si può ipotizzare una riduzione del traffico di circa 6 mila auto.
 
Un approccio innovativo verso una mobilità sostenibile ed elettrificata è stato già effettuato con il Progetto “Smisto”: un’iniziativa intelligente e interessante che a mio avviso andrebbe potenziata con l’obiettivo di rendere sempre più appetibili i mezzi pubblici e di favorire la condivisione dei mezzi privati al fine di offrire una valida alternativa alle auto e disincentivarne l’uso del singolo”.
 
Durante l’incontro si è parlato anche dell’importanza del trasporto ferroviario.
 
“Oltre al Progetto “Smisto” bisogna lavorare anche sulla linea Como-Lecco soprattutto nel tratto compreso da Molteno arriva fino a Como. In questi mesi sta proseguendo il percorso per permetterne l’elettrificazione e questo è un passaggio fondamentale per fare in modo che i treni TILO possano arrivare in una delle aree in cui confluiscono un gran numero di frontalieri. Si tratta di un passo in avanti potrebbe alleggerire il traffico pendolare verso la frontiera svizzera. La linea Como-Lecco potrà essere sfruttata anche per una mobilità sostenibile durante le Olimpiadi e potrebbe rappresentare una valida alternativa per poter raggiungere la sede dei Giochi Olimpici passando da Lecco in direzione Tirano. Visto che si tratta di Olimpiadi diffuse, sarebbe consigliabile spostare una fetta di traffico su ferro”, conclude Raffaele Erba.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali