Home Antimafia Aborto al sicuro – occasione persa per serio approfondimento
Aborto al sicuro –  occasione persa per serio approfondimento

Aborto al sicuro – occasione persa per serio approfondimento

0
2

🔴 ABORTO AL SICURO IN COMMISSIONE SANITÀ: UN’OCCASIONE PERSA PER UN SERIO APPROFONDIMENTO

Un importantissimo e delicato argomento è stato affrontato oggi nella Commissione sanità della Lombardia:
la proposta di legge d’iniziativa popolare che impegna la regione all’effettiva applicazione della Legge 194 ‼️

La Lombardia ha audito 7 tra esperti e associazioni sulla proposta di legge d’iniziativa popolare che impegna la regione all’effettiva applicazione della Legge 194. Due medici si sono dette a favore della legge, mentre cinque associazioni hanno rappresentato la loro contrarietà al provvedimento.

Monica Forte M5S Lombardia Presidente Commissione Antimafia dichiara: “Sono rammaricata, si è persa un’occasione per approfondimento serio e tecnico sulla effettiva applicazione legge 194 in Lombardia.

Il MoVimento 5 Stelle Lombardia attendeva un’analisi tecnico-scientifica.
Al contrario, abbiamo ascoltato comitati che hanno offerto il LORO punto di vista soggettivo e politico sul tema.
Tutto questo NON AIUTA e il terrorismo ideologico di frasi come:
➡️ ‘i contraccettivi hanno soppresso 6 milioni di essere umani’
➡️ ‘più si usano contraccettivi più cresce il numero di aborti’
➡️e paragoni inaccettabili tra nazismo e legge 194

non danno nessun contributo ad un dibattito oggettivo!

Su questi temi serve serietà e compostezza, la dialettica bene-male, antiabortisti-abortisti, favorevoli-contrari non fa l’interesse delle donne e della Lombardia.
L’atmosfera da caccia alle streghe non deve turbare i lavori di una istituzione al servizio della collettività: per i passaggi successivi mi aspetto ragionamenti oggettivi e un confronto su dati scientifici nel merito del provvedimento e non posizioni ideologiche ed emotive”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali