Home Diritti e pari opportunità La legge “anti-Moschee” è anti-costituzionale
La legge “anti-Moschee” è anti-costituzionale

La legge “anti-Moschee” è anti-costituzionale

0
1

La legge “anti-Moschee” della Regione Lombardia è anti-costituzionale.

Lo stabilisce una sentenza della Consulta seconda cui la libertà religiosa garantita dall’articolo 19 della Costituzione comprende anche la libertà di culto e, con essa, il diritto di disporre di spazi adeguati per poterla concretamente esercitare. Per questo, motivano i giudici, il legislatore deve tener conto della necessità di dare risposta a questa esigenza e non può comunque ostacolare l’insediamento di attrezzature religiose.

Sulla questione è intervenuto il Consigliere Marco Fumagalli:

L’intolleranza impera nel centro destra e questi sono i risultati: la maggioranza non è in grado di scrivere le leggi, fa solo propaganda. Con la Lega la Lombardia si pone al di fuori del contesto costituzionale: ostacola, invece di promuovere, i diritti e le libertà dei cittadini scritti nella Carta fondamentale.

La legge smantellata dalla Consulta era scritta con il risentimento razzista e non faceva gli interessi dei cittadini. La Lombardia è efficiente e all’avanguardia grazie ai lombardi, non certo grazie al centro destra che complica, ostacola e aumenta inutilmente la burocrazia”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali