Consiglio Regionale News Diritti e pari opportunità Raffaele Erba Trasparenza

Memoria su Olocausto e Resistenza, emendamento bocciato.

? Il Centrodestra boccia l’emendamento M5S per la diffusione della memoria su Olocausto e Resistenza: Giunta ipocrita passata l’evento gabbato lo santo.

▪️Il Consiglio Regionale della Lombardia ha bocciato l’emendamento del M5S Lombardia, alla Legge sul sostegno alle associazioni combattentistiche, che chiedeva di mettere nero su bianco, tra i requisiti delle associazioni per le richieste di finanziamenti regionali anche “attività divulgative presso scuole e istituti di formazione lombardi volte a favorire la diffusione e la conoscenza delle vicende storiche connesse alla Prima Guerra Mondiale, alla Seconda Guerra Mondiale, all’Olocausto e alla Resistenza”.

▪️Raffaele Erba Portavoce M5S Regione Lombardia dichiara: “La Giunta della Lombardia è ipocrita: passato l’evento gabbato lo santo.
▪️È una bocciatura vergognosa; ieri per la Giornata della Memoria i leghisti condannavano il dramma dell’Olocausto e lo stesso Presidente Fontana l’ha definito ‘stragi dove l’odio ha trasformato gli uomini in bestie’.
▪️Oggi bocciano un emendamento per la diffusione della cultura della memoria. Ricordo al centrodestra che contro l’odio le parole non ci bastano: il valore della promozione della cultura della memoria su Resistenza e Olocausto va sottolineato e specificato a ogni occasione utile. Non farlo significa essere complici dell’odio.

▪️In aula sono risultate inquietanti le parole del consigliere Romani, che testualmente ha detto che ‘ci sono cose di rilevanza maggiore’.
Romani fa riferimento al contenuto del nostro emendamento.

▪️La diffusione della cultura della pace deve essere tra gli obiettivi prioritari delle Istituzioni pubbliche.

▪️Non per il centrodestra che in Lombardia vota contro alla promozione dei valori della democrazia, della libertà e dell’uguaglianza tra uomini”, conclude Raffaele Erba.

Articoli Correlati

Superbonus: Governo appiattito su Agenda Draghi, Regione Lombardia non si pieghi

Redazione Staff

Simone Verni: «Regione Lombardia chiude la porta a 30mila pendolari. Noi subito disponibili a tavolo di confronto»

Carolina Russo De Cerame

Degli Angeli: «All’ospedale di Lodi mancano garze e medicinali, sono gli effetti della (non)riforma Moratti-Fontana»