Home Consiglio Regionale News Risoluzione Covid-19: la giunta lombarda ha fallito, ora serve cabina di regia
Risoluzione Covid-19: la giunta lombarda ha fallito, ora serve cabina di regia

Risoluzione Covid-19: la giunta lombarda ha fallito, ora serve cabina di regia

0
1
đź”´ RISOLUZIONE COVID-19: LA GIUNTA LOMBARDA HA FALLITO, ORA SERVE CABINA DI REGIA CONDIVISA
 
Oggi in Consiglio regionale si è votata la RISOLUZIONE COVID-19, alla quale il MoVimento 5 Stelle Lombardia ha dato voto contrario.
 
Il consigliere Dario Violi commenta così le parole del Presidente Fontana:
“La Lombardia ha fallito, è stata assolutamente incapace di contrastare l’epidemia. A due mesi dall’inizio dei contagi abbiamo ancora centinaia di morti. Chi non ha programmato per tempo e rincorre senza idee l’emergenza è responsabile di questa disfatta. Questa risoluzione è insufficiente: di slogan ne abbiamo abbastanza, è ora di passare dalle parole ai fatti con una visione coerente di futuro.
 
Abbiamo assistito a mesi di polemiche e scaricabarile mentre i lombardi facevano sacrifici e Finlombarda restava parcheggiata in un angolo.
 
➡️ Fontana parla di programmazione ma le mascherine che è riuscito a produrre sono pannolini inutili.
➡️ L’Ospedale in Fiera, quello più veloce e capiente d’Europa, doveva avere 600 posti: ne ha 54, forse dieci occupati. A Bergamo volontari, tifosi e alpini hanno creato 142 posti di terapia intensiva rimboccandosi le mani e senza fare nessuna propaganda.
➡️ Al contrario, Salvini è venuto in Lombardia a fare finta di lavorare per postare una foto sui social. Gli ricordo che dovrebbe frequentare il suo ufficio di Roma.
 

Questa risoluzione è poca cosa: mi auguro che la cabina di regia faccia di meglio, ma serve il coinvolgimento di tutti, Consiglio regionale compreso. La Lombardia è di tutti i lombardi, non dei politici, non dei partiti e nemmeno della Lega!”.

(NB: FOTO DELL’ARTICOLO DI REPERTORIO, I CONSIGLIERI SONO PRESENTI IN AULA DISTANZIATI E CON MASCHERINA)

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali