Bene che Regione Lombardia abbia aperto le porte di Palazzo Lombardia alle carriere alias, isolando di fatto le posizioni estreme già emerse all’interno della maggioranza. È la conferma che, quando ci siamo battuti strenuamente in Consiglio regionale contro le mozioni presentate da Fratelli d’Italia per abolire le carriere alias, stavamo lottando dalla parte giusta. Del resto, l’intero Consiglio regionale aveva respinto per ben due volte i tentativi di cancellazione messi in atto da FdI.
Ora la Giunta, recependo le direttive del contratto collettivo degli enti locali, apre alle carriere alias a Palazzo Lombardia.
Adesso ci aspettiamo che anche il Consiglio regionale recepisca quanto disposto dalla Giunta, estendendo gli effetti della delibera anche sui propri dipendenti. Certamente, non mancheremo di chiederlo.

Articoli Correlati

Redazione Staff

Redazione Staff

“FOOD FOR PROFIT”, UN DOC SUGLI ANIMALI CHE RICHIAMA LE NOSTRE COSCIENZE

Redazione Staff