Home Ambiente NO all’aumento dei biglietti, sì alla tariffa unica. Raccolta firme M5S
NO all’aumento dei biglietti, sì alla tariffa unica. Raccolta firme M5S

NO all’aumento dei biglietti, sì alla tariffa unica. Raccolta firme M5S

0
2

NO all’aumento dei biglietti del trasporto pubblico locale a Milano e biglietto unico integrato nell’area metropolitana milanese. E’ questo che chiediamo con una raccolta firme a partire da oggi.

La nostra petizione, rivolta al Comune di Milano, a Città Metropolitana e a Regione Lombardia, chiede “di riconsiderare e rendere omogenee le zone del sistema tariffario in vigore nell’area metropolitana milanese, evitando inopportuni aumenti, nonché di introdurre il biglietto unico integrato che includa il servizio ferroviario suburbano”.

L’aumento del 33% del costo dei biglietti annunciato dal sindaco Sala è inaccettabile e da respingere al mittente. L’alternativa è rivedere totalmente il sistema tariffario a zone, in particolare per i comuni di prima fascia garantendo la tariffa unica con Milano città. Una scelta che favorirebbe un maggiore utilizzo dei mezzi e un miglioramento degli spostamenti, contribuendo a combattere l’inquinamento atmosferico e la congestione sulla rete stradale.

Centinaia di migliaia di pendolari sono oggi costretti a usare l’auto proprio a causa della frammentazione tariffaria. Al contrario, deve essere garantito un trasporto pubblico locale integrato all’interno dell’area metropolitana, a costi accessibili e convenienti per chiunque.

Altro che aumenti, l’unica strada percorribile è quella di aumentare l’offerta di trasporto pubblico locale.

Materiali per la raccolta firme:
volantino 
manifesto testo petizione modulo firme


Come funziona il sistema oggi:

Il SITAM (Sistema Integrato Tariffario Area Milanese) è il sistema tariffario a zone in vigore nell’area metropolitana milanese e vi aderiscono i gestori delle linee di trasporto pubblico su gomma della Provincia di Milano e della Provincia di Monza e Brianza. Al suo interno, i biglietti e gli abbonamenti hanno una tariffazione progressiva che dipende dal numero di semizone o di aree attraversate per raggiungere la destinazione. Si distingue tra:

Biglietti/abbonamenti interurbani che consentono spostamenti sulle linee interurbane tra Milano e le località dell’hinterland e viceversa oppure soltanto tra queste.
Biglietti/abbonamenti cumulativi che, oltre alla rete interurbana, consentono l’utilizzo anche della rete urbana di Milano.
L’attuale suddivisione in zone del territorio non deriva da considerazioni basate su confini geografici o amministrativi ma dall’organizzazione dei servizi TPL offerti 30 anni fa. Questa impostazione non è mai stata realmente adeguata alle mutate esigenze di mobilità e alle evoluzioni insediative e, spesso, neanche alle modifiche alle linee introdotte negli anni. Per molte relazioni, in base al modo di trasporto scelto, si attraversano un numero diverso di zone pagando un biglietto differente anche se i comuni di partenza ed arrivo sono gli stessi. L’utente quindi dovrebbe conoscere l’effettivo tracciato del bus per poter acquistare il titolo corretto!

Si sono poi determinate situazioni che, in un’ottica di città metropolitana, pongono una questione di equità tra gli spostamenti all’interno di Milano e quelli nell’hinterland che, spesso, richiedono l’attraversamento di più zone e quindi tariffe più elevate a parità di distanza dello spostamento.