Home Comunicati stampa Bilancio: no alla variazione di bilancio di 15 milioni di euro

Bilancio: no alla variazione di bilancio di 15 milioni di euro

0
0

Il Movimento 5 Stelle Lombardia ha votato in Consiglio regionale contro una variazione di bilancio per 15 milioni di euro per la liquidazione di assegni vitalizi agli ex consiglieri regionali (100.000 euro), indennità di fine mandato (4.590.000 euro), restituzione contributi ai consiglieri regionali (9.900.000) e IRAP (410.000).
La delibera era stata presentata all’Ufficio di Presidenza il 20 maggio scorso, e, proprio grazie al voto contrario del rappresentante del M5S, ha potuto essere democraticamente discussa in Consiglio e sottoposta al voto dei consiglieri.
Il gruppo M5S Lombardia ha espresso voto contrario perché considera del tutto insufficiente la documentazione tecnica che accompagnava la variazione, insussistenti i suoi requisiti di urgenza e nulla la trasparenza che meritava l’atto.
“Abbiamo chiesto inutilmente alla presidenza un elenco degli ex consiglieri interessati dal provvedimento e di quantificare, o almeno stimare, quali somme spettassero loro, ricevendo solo vaghe risposte come l’invito a visionare il sito della regione”, spiega Eugenio Casalino, consigliere e segretario M5S dell’Ufficio di presidenza.
“Capiamo che la trasparenza amministrativa sia un concetto ancora difficile da comprendere per molti dei politici qui presenti e dei dirigenti della Pubblica Amministrazione italiana – continua Casalino – ma a noi sembra scandalosamente grave che siano negati questi dati perfino ad un membro dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia”.
” Con il voto favorevole a questa variazione il Consiglio ha dato il via libera all’erogazione di ingenti somme a ex consiglieri quando nello stesso momento molti di questi sono chiamati dalla Corte dei Conti al pagamento di danni erariali o qualcuno è persino in carcere . Il Movimento 5 Stelle non poteva che votare contro il provvedimento”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali