Home Ambiente e Protezione Civile Brescia. Caffaro, la visita di M5S Lombardia

Brescia. Caffaro, la visita di M5S Lombardia

0
0

fotoMartedì 16 luglio la Commissione Ambiente e Protezione Civile del Consiglio regionale ha visitato l’azienda “Caffaro spa” a Brescia, nota per essere stata la causa del vasto inquinamento da PCB che interessa una ampia zona del Comune di Brescia e limitrofi.

Al mattino presso lo STER di Regione Lombardia a Brescia si è svolto un incontro pubblico fra la Commissione stessa, la Provincia di Brescia, il Sindaco di Brescia ed i capigruppo consiliari, i Sindaci di Castegnato e Passirano, i rappresentanti di ASL di Brescia, ARPA e dell’azienda e gli Assessori regionali Terzi e Bordonali. Al pomeriggio si sono visitati l’azienda e i luoghi pubblici sotto sequestro ed interessati dalla contaminazione.
I commissari Gianmarco Corbetta, Andrea Fiasconaro e Giampietro Maccabiani commentano: “Dopo 12 anni siamo ancora qui a discutere di come iniziare la bonifica, di come trovare i finanziamenti. Dall’incontro non è uscito nulla di nuovo. Le priorità non sono il Commissario, che non avrà la bacchetta magica, nemmeno la riperimetrazione del sito di interesse nazionale e nemmeno nuove indagini epidemiologiche. Tutto quello che c’è da sapere lo sappiamo già, è lì sotto i nostri occhi da 12 anni.

La priorità è mettere a disposizione fondi per la bonifica, stanziati con regolarità nel corso degli anni e con cifre adeguate (non certo i quasi 7 milioni di euro ora disponibili) e certe, in modo che le azioni di bonifica possano essere programmate e definite nel migliore dei modi. Questo sia per quanto riguarda i fondi nazionali per le aree interessate dal SIN, sia per i fondi comunali e regionali da mettere a disposizione per le aree non comprese nel SIN”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali