Home Comunicati stampa Il buono scuola va abolito

Il buono scuola va abolito

0
7

Oggi in Commissione Istruzione e cultura la consigliera Paola Macchi del Movimento 5 Stelle ha chiesto che venga aperto un tavolo discussione che affronti la problematica urgente dei buoni scuola e della dote scuola.

La consigliera aveva precedentemente richiesto all’Assessorato competente dati puntuali e specifici sui fondi erogati, sul numero di studenti che ne beneficiano e su come sono suddivisi i fondi erogati per fasce di reddito.

“Dai dati si evince che in Lombardia, nell’ultimo anno scolastico, sono stati riservati 30 milioni e 600 mila euro di buoni scuola ai 48.960 studenti che frequentano le scuole private e le cui famiglie hanno un tetto reddituale di 30 mila euro come da autocertificazione. Agli studenti della scuola pubblica, che sono 246845, sono stati riservati finanziamenti per 35 milioni di euro sotto forma di dote scuola alle famiglie che hanno un reddito ISEE massimo di 15458 euro”, spiega Paola Macchi, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia.

“E’ evidentissimo lo squilibrio nella destinazione di denaro pubblico per l’accesso allo studio in Lombardia. E’ una differenza che risulta ancora più vergognosa in un momento di profonda crisi economica per le famiglie. La battaglia a sostegno della scuola pubblica è tra i punti cardine del programma elettorale del Movimento 5 Stelle che porterà in Regione il malcontento che serpeggia proprio nelle famiglie.

Proprio per questo abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo. E’ necessario che il Consiglio Regionale renda nota la propria posizione ai cittadini lombardi e se ne assuma la responsabilità. Il Movimento 5 Stelle ha già preso una posizione precisa a favore dell’abolizione del buono scuola”, conclude Macchi.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali