Home Comunicati stampa Illegalità, un testo unico antimafia per azioni concrete

Illegalità, un testo unico antimafia per azioni concrete

0
0

L’ex sindaco Buccinasco Loris Cereda (PdL) è stato condannato a 4 anni e 3 mesi di reclusione dal Tribunale di Milano nell’ambito di un’inchiesta su un giro di tangenti legate ad appalti per la nettezza urbana e per il cambio di destinazione d’uso di alcune aree della cittadina.
Per il Movimento 5 Stelle Lombardia la condanna, che arriva ad appena un giorno dallo scioglimento del Consiglio comunale di Sedriano per infiltrazioni mafiose, dà prova di quanto l’illegalità investa ormai il sistema politico lombardo a tutti i livelli.

Per il Movimento 5 Stelle Lombardia finché la politica non sarà in grado di rinnovarsi completamente, denunciando con atti concreti questa situazione, e non solo con mere dichiarazioni da campagna elettorale, allora non ci sarà una vera svolta culturale.

Tra le iniziative per incominciare a ripristinare la legalità che il movimento chiede con ostinazione in Regione, in totale discontinuità con il passato, quella di dare seguito in Commissione antimafia alla proposta del Movimento 5 Stelle di istituire una Giunta delle elezioni per filtrare anche le ingerenze mafiose tra consiglieri e assessori regionali.

Movimento 5 Stelle annuncia anche che depositerà un Testo Unico Antimafia Regionale perché la commissione assuma finalmente iniziative concrete di lotta e prevenzione alla criminalità organizzata.

Da decenni è noto a tutti coloro che vogliono vedere che la ‘ndrangheta è penetrata in Lombardia come lama nel burro, trasformando la stessa società lombarda e piegandola ai suoi sporchi interessi. Ed è penetrata con metodo, grazie alla complicità dei politici di tutti gli schieramenti, i cui interessi erano e sono affiliati a quelli criminalità. È sempre stato sotto gli occhi di tutti, di chi gli occhi li usava per vedere, che il sistema politico-economico lombardo era ed è fortemente inchinato con reverenza e complicità alle organizzazioni mafiose. Ripetiamo da anni che finché la politica non sarà in grado di partire da sé stessa, denunciando con atti concreti questa situazione, e non solo con mere dichiarazioni da campagna elettorale, allora non ci sarà una vera svolta culturale.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali