Expo Legalità e trasparenza Silvana Carcano

Cantone deve poter revocare gli appalti. Il Consiglio regionale dice no

 

Il Consiglio regionale ha bocciato una mozione di M5S Lombardia che chiedeva al Consiglio regionale della Lombardia di fermare gli appalti alle aziende interessate da indagini in corso .

La mozione chiedeva al Presidente della Giunta Roberto Maroni: “di attivarsi presso il Governo e il Parlamento affinché il Prefetto, sentito il presidente dell’autorità ANAC Cantone, revochi tutti gli appalti concessi ad aziende interessate da indagini in corso, sia per gli appalti Expo, sia per le infrastrutture e sia, infine, per gli appalti in ambito sanitario (di cui in parte elencate in questa mozione: Via d’Acqua, Rho Monza, Coveco, etc.), sospendendo sin da ora le attività in corso”.

Per Silvana Carcano, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, “Gli appalti che riguardano Expo oggetto di indagini non possono essere trattati solo con l’amministrazione controllata. Dal Consiglio Regionale doveva arrivare una richiesta precisa e unanime al Governo Renzi perché Cantone potesse revocare gli appalti. Cantone, con maggiori poteri, avrebbe la possibilità di controllare realmente la legalità di Expo. E’ lo stesso Cantone che ha chiesto poteri di revoca degli appalti. Commissariare le aziende coinvolte nelle indagini non basta”.

 

revoca-appalti

 

Articoli Correlati

Redazione Staff

23 MAGGIO 1992: IMPEGNO CONTINUO CONTRO LA MAFIA

Redazione Staff

Redazione Staff