Home Lavoro, istruzione e formazione Franco Tosi Meccanica: non annacquare i tempi, Ministero intervenga rapidamente

Franco Tosi Meccanica: non annacquare i tempi, Ministero intervenga rapidamente

0
1

Quattro società avrebbero comunicato il proprio interesse per l’acquisto della Franco Tosi Meccanica.

Stefano Buffagni, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, dichiara: “Siamo molto preoccupati, sarebbero arrivate altre manifestazioni di interesse, fuori tempo massimo, e sembrerebbe che i tempi di assegnazione della Franco Tosi si dilateranno ancora una volta. Il bando potrebbe essere riaperto, ma l’impressione è che qualcuno stia volutamente annacquando i tempi delle trattative mentre oltre 300 lavoratori attendono certezze per il loro futuro. Mi attendo che il Ministero dello Sviluppo Economico intervenga rapidamente ed in prima linea per scongiurare l’ipotesi di fallimento. E’ stato già perso troppo tempo.”.

“Il grosso rischio che si corre ora è che Termomeccanica, che con un comunicato di qualche settimana fa aveva già nutrito parecchi dubbi sui criteri del bando, e Patel, che invece ha sollevato le sue critiche proprio in questi giorni dichiarando che se si procedesse a nuove trattative private con le nuove società interessate è pronta a ritirarsi dalla corsa per l’acquisto di FTM, possano uscire dalla partita con lo spettro del fallimento sempre più dietro l’angolo” dichiara Olgiati consigliere M5S di Legnano.

“Fallimento che comporterebbe un’altra grave ricaduta sulla città di Legnano, oltre a quella principale già ricordata dal consigliere Buffagni e cioè quella legata al futuro dell’area su cui insiste la FTM.

Il rischio che Legnano possa poi ritrovarsi un’area di quelle dimensioni inutilizzata e quindi soggetta a degrado in pieno centro cittadino è assolutamente da scongiurare.

Per tutti questi motivi ci auspichiamo un finale positivo della vicenda ma affinché questo avvenga c’è bisogno di fare chiarezza una volta per tutte e soprattutto è necessario che il Ministero prenda in mano la palla in modo deciso e rapidissimo” conclude Olgiati.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali