Home Andrea Fiasconaro Maroni. Due indagati e un condannato in Giunta: come la mettiamo?

Maroni. Due indagati e un condannato in Giunta: come la mettiamo?

0
0

L’ex direttore generale dell’Azienda sanitaria di Mantova Maria Cristina Cantù, attuale assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato, è stata condannata “alla pena di un anno di reclusione, 300 euro di multa, oltre a 5mila euro da liquidare alla parte civile e 3.400 euro di spese legali e accessorie dal Tribunale di Mantova per diffamazione”.

“In campagna elettorale Maroni prometteva: ‘non voglio in squadra chi è sottoposto a indagini da parte della magistratura’. Ora il bilancio della legalità della sua giunta è in profondo rosso. Siamo a due indagati, il presidente Maroni e il vicepresidente Mantovani, e soprattutto un’assessore condannata. Adesso come la mettiamo? Confidiamo che Maroni chiarisca agli elettori come mai la sua Giunta non corrisponde a quanto promesso in campagna elettorale. Le condanne in genere dovrebbero aprire una riflessione sull’opportunità di mantenere a tutti i costi una carica nell’amministrazione pubblica” così Andrea Fiasconaro, consigliere regionale capogruppo di M5S Lombardia commenta la condanna di Maria Cristina Cantù.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali