Home Ambiente e Protezione Civile M5S Lombardia interroga la Giunta sulla mancata rimozione amianto al Gratosoglio (MI)

M5S Lombardia interroga la Giunta sulla mancata rimozione amianto al Gratosoglio (MI)

0
0

ITR ALER Gratosoglio amianto 27-11-14Il M5S Lombardia ha depositato un’interrogazione per fare luce sulla mancata rimozione dell’amianto da parte di ALER Milano nel quartiere Gratosoglio di Milano, uno dei più densi quartieri di edilizia popolare situato alla periferia meridionale di Milano e realizzato nei primi anni sessanta.

Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S e prima firmataria dell’interrogazione (scarica qui l’ITR) dichiara: “Negli edifici e spazi pertinenziali ERP del Gratosoglio è presente una considerevole quantità di amianto, in particolare preoccupa la presenza di 14 pensiline che collegano gli edifici lungo via Baroni, le cui colonnine di sostegno, realizzate con impasto di eternit e cemento risultano in stato di evidente degrado. Dagli anni 60 ad oggi c’è in questi edifici un crescente e preoccupante livello di obsolescenza e degrado sostenuto da una scarsa o inefficace manutenzione. I fondi necessari per la bonifica dell’amianto sarebbero pari a circa 150mila euro per la messa in sicurezza delle sole colonne in via Baroni e circa 850mila euro per far fronte a tutti gli altri interventi di bonifica necessari nel quartiere Gratosoglio. ALER Milano sembrerebbe aver rinunciato ad effettuare la bonifica per mancanza di fondi, sostenendo di voler istituire un tavolo di discussione per reperire sostegno economico. A ciò si aggiunga che, negli anni, ALER Milano non ha provveduto ad informare adeguatamente gli abitanti degli stabili sulla presenza di amianto che costituisce un fattore di rischio per la salute di centinaia di cittadini che risiedono in questo storico quartiere milanese.”

“Abbiamo pertanto richiesto – continua Nanni – all’Assessore Regionale competente di conoscere le ragioni per cui ALER Milano non ha provveduto ad informare in maniera adeguata gli abitanti del quartiere sulla presenza di amianto, nonché se esiste un censimento aggiornato che attesti la presenza di amianto in tutti i fabbricati e spazi comuni del Gratosoglio in cui siano identificate le situazioni di maggior pericolo. Inoltre, abbiamo richiesto se Regione Lombardia intende attivarsi per sopperire alle carenze di ALER Milano, fornendo un sostegno economico per la messa in sicurezza e rimozione dell’amianto, nonché se esiste un piano di ALER Milano che indichi l’ordine di priorità degli interventi in cui è inserito il Gratosoglio.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali