Home Iolanda Nanni Attivare il Registro dell’Invenduto e recuperare alloggi sfitti e sottosoglia
Attivare il Registro dell’Invenduto e recuperare alloggi sfitti e sottosoglia

Attivare il Registro dell’Invenduto e recuperare alloggi sfitti e sottosoglia

0
2

fotoM5S Lombardia, in seduta di discussione del bilancio regionale, ha presentato due ordini del giorno per far fronte al crescente fabbisogno abitativo in Lombardia.

Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S e prima firmataria degli ODG dichiara: “Il fabbisogno abitativo previsto in Lombardia al 2018 sarà pari a circa 400.000 alloggi popolari. Sarà impossibile farvi fronte, se non ci si impegnerà sin da ora ad attivare strumenti innovativi ed azioni di recupero e rigenerazione del patrimonio edilizio esistente. Nel primo ODG chiediamo alla Giunta di dare seguito all’impegno assunto nel PRERP 2014-2016 di attivare il Registro dell’Invenduto e del dismesso (scarica ODG). Al 2012 in Lombardia le abitazioni invendute sono state stimate per un numero pari a circa 123.000 alloggi sui quali non esiste alcun censimento, come pure non esiste un censimento del patrimonio residenziale pubblico inutilizzato. Realizzando il Registro dell’Invenduto, la Regione potrebbe fare da intermediario istituzionale fra la domanda di casa popolare e il mercato libero, coinvolgendo tutti gli stakeholeders interessati.

Il secondo ODG (scarica qui) riguarda le azioni di recupero degli alloggi sfitti di proprietà ALER o dei Comuni, nonché degli alloggi c.d. “sottosoglia” ossia spazi abitativi non ancora assegnabili in quanto di superficie inferiore agli standards previsti dalla Legge Regionale 27/2009 e che potrebbero essere utilizzati per single, nonché il recupero di spazi attualmente non ad uso abitativo di proprietà ALER, come ad es. gli ex spazi commerciali che potrebbero essere pensati per situazioni provvisorie di “prima accoglienza” anche grazie a collaborazioni con le associazioni e i movimenti del diritto all’abitare.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali