Home Diritti e pari opportunità Moschee, si agisca nell’ambito della Costituzione

Moschee, si agisca nell’ambito della Costituzione

0
2

“L’ascolto del Coordinamento Associazioni Islamiche di Milano e Monza e Brianza e degli ospiti della Commissione Territorio che si è riunita oggi ha riportato il dibattito sull’apertura dei luoghi di culto nell’ambito della realtà: nella nostra regione può sembrare più facile aprire sale gioco che rovinano migliaia di persone piuttosto che aprire luoghi di preghiera, luoghi destinati alla pace e sostegno spirituale delle persone”, così Eugenio Casalino e Silvana Carcano, consiglieri del Movimento 5 Stelle Lombardia.

“Ci sono oltre 400 mila residenti islamici regolari in Lombardia che pregano nelle catacombe e la politica deve dare loro risposte nell’ambito della Costituzione che garantiscano la piena libertà di culto. Fin qui la proposta della maggioranza è stata ostacolare in tutti i modi l’apertura di nuovi luoghi di culto collegandoli a problemi di pubblica sicurezza e “relegando” l’impatto del progetto di legge alle sole moschee anche se riguarda tutti i luoghi di culto. Questo non aiuta l’integrazione e getta ombre discriminatorie pesanti sull’operato dei partiti di maggioranza. La libertà di culto è un diritto fondamentale sancito nella nostra Costituzione e non lo si garantisce allontanando le diverse comunità. L’obiettivo di un legislatore è di avvicinare tutti coloro che, nel rispetto delle leggi, esercitano i diversi diritti fondamentali tutelati dalla Costituzione. Se la costruzione di nuovi luoghi di culto crea problematiche oggettive di fruizione queste si possono e devono risolvere con le regole e le leggi urbanistiche esistenti al netto di intenti discriminatori e di considerazioni ideologiche che nulla hanno a che fare con questioni tecniche e pratiche. Queste norme già esistono e questo dovrebbe far riflettere sull’effettiva utilità della legge in discussione”, concludono i consiglieri regionali.

GUARDA IL VIDEO DELL’AUDIZIONE PUBBLICATO DA IL FATTO QUOTIDIANO

Schermata 2015-01-16 alle 12.56.54 2

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali