Home Paola Macchi Rifinanziati i fondi “Nasko” e “Cresco”: misura ipocrita

Rifinanziati i fondi “Nasko” e “Cresco”: misura ipocrita

0
3

“I fondi “Nasko” e “Cresco”, sono stati rifinanziati con 2,2 milioni di euro, di cui ben 1 milione e tre per Nasko e solo 900mila per Cresco. Troviamo vergognoso che la Giunta cerchi di far passare per aiuto alla maternità uno strumento che parte da una base di rara ipocrisia: per avere i fondi le donne gravide che si trovano in difficoltà economica devono dichiarare di aver cambiato idea riguardo l’intenzione di abortire, inducendo quindi   anche chi non aveva la minima intenzione di farlo a dichiarare questa falsità pur di avere un sostegno economico. Era stato detto che la maggioranza dei fondi sarebbe stata destinata ad aiutare le neomamme in difficoltà economica da cui arrivano la maggior parte delle richieste, ma come al solito questa politica è autoreferenziale e al dunque cambia le carte in tavola. Il nostro è un caso unico in Europa, dove la maternità viene aiutata realmente, ma in una regione dove CL impera con i suoi falsi moralismi si va avanti con concetti medioevali” così Paola Macchi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle della Lombardia.

“Fin qui la Lombardia ha preferito finanziare a pioggia strutture private come i CAV, centri aiuto per la vita, piuttosto che investire in consultori pubblici per dare veramente un servizio efficiente alla cittadinanza e sostenere le tante mamme in difficoltà’. ”, conclude Paola Macchi.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali