Home Expo Ambrosoli e la trasparenza: due sconosciuti 
Ambrosoli e la trasparenza: due sconosciuti 

Ambrosoli e la trasparenza: due sconosciuti 

0
1

I politici sono bravissimi a predicare bene e a razzolare malissimo, e di seguito ve ne diamo l’ennesima dimostrazione.

Nel corso del Consiglio Regionale di oggi il consigliere regionale del Patto Civico Umberto Ambrosoli ha presentato un’interrogazione alla giunta in merito all’associazione “Brianza protagonista” fondata dall’Assessore all’Expo Fabrizio Sala che, secondo Ambrosoli, si propone di fare lobby istituzionale e legislativa in favore dei suoi associati tagliando fuori il resto dei cittadini.

Per la giunta ha risposto il sottosegretario Parolo che rimanda l’accusa ad Ambrosoli il quale ha, tra i riferimenti della sua associazione, a cui rivolgersi per presentare le proprie richieste di aiuto, un numero del Consiglio Regionale. Questo, secondo Parolo, “non è certamente un buon esempio di separazione tra i conflitti di interesse e la completa trasparenza delle azioni di lobby”,

Questo è il teatrino a cui abbiamo assistito, uno spettacolo penoso. Si accusavano a vicenda su chi fosse il più sleale in un’aula istituzionale, in un’aula che appartiene prima di tutto ai cittadini.

Ma non finisce qui, siamo andati a verificare se davvero Ambrosoli avesse inserito fra i contatti della sua associazione anche quelli del Consiglio Regionale. E, purtroppo, il contatto del suo ufficio al Pirellone c’era davvero! Un numero che nel giro di poche ore, chi sa perché, è sparito dalla pagina web!

Ambrosoli è stato beccato con le mani nella marmellata, per cercare di correre ai ripari, qualcuno forse potrebbe anche pensare ad una tutela per mettersi al riparo da un eventuale rischio di peculato, si e’ ripulito alla bell’e meglio ma le tracce appiccicose rimangono…

I portavoce del M5S Lombardia

ambrosoli

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali