Home Dario Violi Sagre: ancora lontana la soluzione per la concorrenza sleale ai piccoli commercianti
Sagre: ancora lontana la soluzione per la concorrenza sleale ai piccoli commercianti

Sagre: ancora lontana la soluzione per la concorrenza sleale ai piccoli commercianti

0
1

La seduta del Consiglio che ha esaminato, e approvato con l’astensione del Movimento 5 Stelle della Lombardia, la ‘Proposta di risoluzione in materia di somministrazione temporanea in occasione di sagre e fiere’.

Dario Violi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, motiva l’astensione: «è da più di una legislatura che si discute del danno arrecato a piccole e medie imprese, soprattutto del comparto del commercio e alle sagre sane che reinvestono i proventi sul territorio, dalla proliferazione selvaggia di sagre e altri eventi eno-gastronomici, troppo spesso organizzati con finalità lucrative da soggetti che si avvalgono di normative agevolate per effettuare una vera e propria concorrenza sleale, peraltro mettendo a repentaglio la salute dei cittadini.

Eppure, dopo tutti questi mesi, dopo tanti progetti di legge depositati e incontri con i soggetti interessati, tutto quello che il Consiglio regionale è riuscito a emanare è un mero atto d’indirizzo politico, privo di qualunque efficacia cogente».

La maggioranza  anziché ammettere la mancanza di una reale volontà politica per disciplinare una problematica a tutti evidente ma su cui insistono forti interessi economici (spesso da parte di realtà associative vicine ai partiti), preferisce rimandare, ovviamente a dopo la prossima stagione estiva, qualunque tentativo di soluzione, limitandosi a chiedere alla Giunta l’istituzione di un calendario preventivo degli eventi, vincolante “per quanto possibile” e a sbandierare il tutto come un grande successo»; «ma noi non ci stiamo, non ci prestiamo a questi giochetti fatti alle spalle dei pubblici esercizi lombardi che non meritano certo, dopo il danno, anche la beffa».

Dario Violi – Consigliere M5S Lombardia

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali